Istat, il PIL scende dello 0,1% nel terzo trimestre

Primo passo indietro per l’economia italiana dopo 14 trimestri di crescita. L’Istat segnala che il PIL ha avuto un calo dello 0,1% nel terzo trimestre.

ROMA – L’Economia italiana fa un piccolo passo indietro. Nell’aggiornamento del terzo trimestre l’Istat segnala un calo dello 0,1% del PIL. Si tratta della prima negatività dopo oltre tre anni di continua crescita. Un primo campanello di allarme anche se da Palazzo Chigi predicano calma: “Il risultato – specifica Di Maio a margine di un evento del MISE riportato da Repubblicamette in evidenza che la manovra di Gentiloni è stata insipida e non espansiva. La legge di bilancio non ha fatto ripartire nel 2018 l’economia che dovrebbe ricominciare a correre nel 2019 grazie alle risorse fresche“.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Istat, il PIL cala dello 0,1%: chiusura in positivo ma non come previsto dal Governo

Nonostante questo piccolo dato negativo la chiusura annuale del PIL – almeno di clamorosi scenari che fino a questo momento non sono previsti – dovrebbe essere positive. Le stime sono dello +0,9%, inferiori ai dati provvisori (+1%) e alle previsioni del Governo (+1,2%).

Dati che confermano che c’è tanto da lavoro per fare ripartire una nazione completamente in difficoltà. Da Palazzo Chigi esprimono fiducia soprattutto in vista di una legge di bilancio che dovrebbe rilanciare l’economia italiana. Proprio per questo motivo il Governo è in stretto contatto con Bruxelles: l’obiettivo principale è quello di cercare di ottenere il sì per fare approvare la manovra e portare beneficio ai cittadini.

L’Istat intanto segnala il primo passo indietro da parte dell’economia italiana a distanza di oltre tre anni. Un primo campanello d’allarme che potrebbe avere seguito nei prossimi mesi anche se le aspettative del governo sono ben diverse. Proprio per questo motivo c’è grande attesa di sapere quali potranno essere i guadagni che potrebbero arrivare con la manovra con la speranza che le stime siano almeno questa volta giuste.

fonte foto copertina https://twitter.com/Adnkronos

ultimo aggiornamento: 30-11-2018

X