Sei ragazzi – forse minorenni – hanno aggredito a Vittoria, in provincia di Ragusa, un ventenne omosessuale. Indaga la polizia.

VITTORIA (RAGUSA) – Nuova aggressione omofoba in Italia. Nella giornata di venerdì 14 dicembre un gruppo di ragazzi – forse minorenni – hanno picchiato un ventenne gay che ha denunciato solamente il giorno dopo l’accaduto alla polizia.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Polizia
Fonte foto: https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Vittoria, ragazzo omosessuale aggredito a calci e pugni: “Dammi quel telefono frocio”

Dammi quel telefono frocio, che devo fare una telefonata“. Il rifiuto a questa imposizione è stato il movente che ha fatto scattare l’aggressione al ventenne da parte dei ragazzi fermati oggi dagli inquirenti. Calci e pugni quasi in tutti i punti del corpo. Si sono fermati solamente dopo l’arrivo di uno dei titolari della pizzeria che è intervenuto, facendo scappare i bulli.

La denuncia è stata fatta solamente il giorno dopo con l’avvocato che – come riportato dall’ANSA – ha ricostruito nei particolari la vicenda che ha dei precedenti: “È da un mese – ha affermato il ragazzo agli inquirenti – che mi pedinano e mi insultano, dandomi del frocio e mi hanno anche sputato addosso. Questa escalation mi fa paura e temo per la mia incolumità“.

In ospedale il ragazzo è stato medicato per contusioni alla testa e al costato con una prognosi di cinque giorni. Le ricerche della polizia continuano e sperano in pochi giorni di risalire al branco – molto probabilmente minorenni – e capire il movente di questa aggressione.

Non è la prima aggressione in Italia di questo genere. A Milano per esempio Forza Nuova ha esposto un cartello con la scritta fuori i gender dalle scuole. Si tratta di una presa di posizione che ha provocato diverse polemica me che fa parte della politica del partito. Sulla questione il Governo ha preso una chiara posizione condannando fermamente queste aggressioni.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/poliziadistato.it


Milano, striscione di Forza Nuova davanti alle elementari: “Fuori il gender dalle scuole”

Genova, aperto il cantiere per la demolizione del Ponte Morandi