Adesca donna conosciuta online, poi l'aggredisce: arrestato 23enne
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Adesca donna conosciuta online, poi l’aggredisce: l’orrore subito da una 23enne

violenza su una donna

Il tutto accade ad Alessandria, dove una donna di 40 anni è stata aggredita da un 23enne, conosciuto pochi giorni prima online.

I due si erano conosciuti su una piattaforma social. Nonostante la differenza di età, hanno deciso di incontrarsi di persona per la prima volta a fine novembre, ma la serata si è trasformata presto in tragedia. La donna 40enne non voleva far entrare in casa il giovane di 23 anni che, non accettando il rifiuto, ha fatto irruzione nell’abitazione tentando di violentarla.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

violenza donna

Il rifiuto e l’aggressione sulla 40enne

Dietro lo schermo chi si nasconde? Le conoscenze online non sempre si mostrano per quello che sono davvero, e questo è il caso di quanto accaduto nei giorni scorsi ad Alessandria. La donna e il ragazzo 23enne si sono conosciuti proprio sui social network, e attratti dal mistero dell’altra persona hanno voluto incontrarsi.

I due hanno passato insieme una tranquilla serata, o almeno è quello che è sembrato. A fine serata, l’uomo ha riaccompagnato la 40enne a casa, che però si è rifiutata di farlo entrare. A quel punto, il giovane ha fatto irruzione nella sua abitazione, sfondando la porta e aggredendola.

Il ragazzo ha cercato di violentare la donna conosciuta su Internet pochi giorni prima, ma le urla della vittima hanno allertato i vicini di casa che, fortunatamente, sono riusciti a salvarla. Rapida la chiamata ai soccorsi, dopo cui il 23enne è fuggito via.

L’arresto

La donna è stata medicata dai vicini di casa in attesa dell’arrivo dei soccorritori, dopo essere stata picchiata in volto. Le forze dell’ordine, dopo aver ottenuto le informazioni utili sull’aggressore, hanno iniziato immediatamente le ricerche.

Pochi giorni dopo l’accaduto, il 23enne è stato rintracciato e arrestato dai Carabinieri, con l’accusa di violenza sessuale, lesioni personali e violazione di domicilio. Durante l’interrogatorio, l’uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere sulle motivazioni che lo hanno spinto ad aggredire la donna di 40 anni.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2023 14:51

Omicidio Giulia Cecchettin, per la criminologa è stato “overkilling”

nl pixel