Aggressione a Venezia, uomo in ospedale

Ragazzo aggredito all’uscita di una festa a Venezia, mistero sugli aggressori

SAN POLO (VENEZIA) – Aggressione a Venezia in zona San Polo ai danni di un ragazzo veneziano. Giovedì 24 maggio 2019 il giovane aggredito si è presentato dai carabinieri e ha sporto denuncia per essere stato aggredito per strada.

Il ragazzo, un 30ntenne, ha raccontato di essere stato aggredito la sera del 23 maggio 2019 dopo essere uscito da una festa nella zona di San Polo. Secondo quanto testimoniato, il ragazzo non avrebbe nemmeno avuto il tempo di uscire dalla festa.

L’aggressione a San Polo

Non appena uscito dalla festa il ragazzo sarebbe stato violentemente aggredito da alcuni sconosciuti. Non è ancora chiaro in quanti sono stati, ma l’avrebbero assalito, picchiato e derubato di diversi oggetti di valore.

Fortunatamente sopravvissuto al pestaggio, il ragazzo si sarebbe poi trascinato fino a Piazzale Roma. Lì è stato subito soccorso da un’amico ed è stato portato all’Ospedale di Mestre.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

Gli infermieri e i medici hanno confermato che il ragazzo è arrivato in Ospedale. Era in stato confusionale, con diverse contusioni e una frattura alla spalla. Gli operatori del pronto soccorso hanno medicato il ragazzo e lui stesso è andato poi dai carabinieri a denunciare l’aggressione.

Il mistero sull’aggressione e le indagini dei Carabinieri

Dopo la denuncia, i Carabinieri del Nucleo Natanti si sono subito messi a lavoro per ricostruire la vicenda. L’identità degli aggressori potrebbe essere ricostruita controllando le registrazioni delle telecamere della zona.

Uno dei problemi, infatti, è l’assenza di testimoni in grado di confermare l’aggressione o individuare i malviventi. Un altro dei problemi è capire come gli aggressori abbiano subito individuato la loro vittima.

L’aggressione è avventa non appena il ragazzo è uscito dalla festa. Di conseguenza, gli aggressori dovevano averlo individuato all’interno del party o l’avevano seguito fin lì. Nel primo caso, l’identità degli aggressori potrebbe essere scoperta interrogando le persone presenti alla festa.

ultimo aggiornamento: 24-05-2019

X