Un ragazzo di 19 anni è morto a Napoli in un agguato. Possibile un regolamento di conti.

NAPOLI – Ancora un agguato a Napoli. Questa volta ad essere ucciso nella notte tra il 9 e il 10 ottobre 2021 è stato un ragazzo di 19 anni. Il killer, secondo quanto riportato da La Repubblica, ha sparato diversi colpi e per il giovane non c’è stato niente da fare.

Su quanto accaduto è stata aperta un’inchiesta da parte della Procura anche per cercare di ricostruire meglio l’omicidio e risalire al responsabile di questo gesto. L’ipotesi più probabile sembra essere quella di un regolamento di conti, ma si preferisce attendere altre prove certe.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

19enne ucciso a Napoli, la ricostruzione

La ricostruzione dell’omicidio è ancora al vaglio degli inquirenti. Dalle prime informazioni, il 19enne aveva un precedente ed è stato ucciso dai killer nella notte tra il 9 e il 10 ottobre 2021. Il giovane, raggiunto da circa 10 colpi di pistola, è morto sul colpo e il personale medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

La vittima, da quanto scritto da La Repubblica, sarebbe stato avvicinato da due killer in sella ad una moto e fatto fuoco contro il giovane, in quel momento in compagnia di una decina di persone.

Polizia
Polizia

Le indagini

Sono ancora in corso tutti gli approfondimenti del caso. L’ipotesi più probabile sembra essere quella di uno sgarro nel mondo dello spaccio di droga, ma si preferisce mantenere il massimo riserbo almeno fino a quando non si hanno altre informazioni sull’accaduto.

Secondo quanto riferito dall’Agi, un sospettato sarebbe stato fermato e il suo interrogatorio potrebbe essere fondamentale per provare a chiarire meglio l’episodio. Movente e dinamica sono ancora da accertare in maniera precisa e per questo motivo sono in corso tutti gli approfondimenti del caso per risalire all’identità dei killer.

ultimo aggiornamento: 10-10-2021


Assalto No Pass all’ospedale Umberto I di Roma, pronto soccorso devastato

I numeri dell’emergenza coronavirus, il punto della settimana