Agguato a San Martino Valle Caudina, morto il boss Orazio De Paola.

SAN MARTINO VALLE CAUDINA (AVELLINO) – Agguato a San Martino Valle Caudina, in provincia di Avellino, nelle prime ore di martedì 8 settembre 2020. Nel mirino dei killer il boss Orazio De Paola, elemento di spicco del clan Pagnozzi.

Per il 58enne non c’è stato niente da fare con i medici che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo. Aperta un’indagine per ricostruire meglio la dinamica dell’omicidio e risalire all’identità dei responsabili dell’agguato. L’ipotesi sembra essere quella di un regolamento di conti anche se nessuna ipotesi è esclusa fino a quando non si hanno delle prove certe.

Agguato in provincia di Avellino

L’agguato è avvenuto in pieno centro della cittadina avellinese. Il boss è stato avvicinato dal killer che hanno esploso diversi colpi di pistola non permettendo alla vittima di mettersi in salvo.

Un agguato di chiaro stampo camorristico con il responsabile dell’omicidio che ha fatto perdere le sue tracce. La Procura ha aperto un’indagine per accertare meglio la dinamica dell’esecuzione e risalire all’identità della persona protagonista dell’uccisione del boss appartenente al clan Pagnozzi.

Ambulanza
Ambulanza

Vittima scarcerata nel 2019

L’omicidio è avvenuto pochi mesi dopo la scarcerazione. Orazio De Paola è ritornato in libertà a fine 2019 con la revisione della condanna per l’operazione La Montagna. Un blitz che ha visto il boss 58enne dover scontare una pena a 10 anni dal Tribunale di Benevento con una riduzione di 7 anni e 6 mesi in Appello.

L’omicidio sembra essere collegato ad un regolamento di conti di stampo mafioso anche se nessuna ipotesi è esclusa almeno fino a quando non si hanno delle prove certe. Le indagini sono in corso con gli inquirenti che stanno cercando di risalire all’identità della persona che ha compiuto questo agguato in pieno centro.

Scarica QUI il Decreto Agosto.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
camorra cronaca mafia Orazio De Paola

ultimo aggiornamento: 08-09-2020


Cesare Battisti, sconto di pena per buona condotta. Aveva iniziato lo sciopero della fame

Inviare foto hard su WhatsApp a minorenni è violenza sessuale: la sentenza della Cassazione