Airbus è il partner scelto da Ita. L’azienda ha comprato 28 aerei per la partenza del 15 ottobre. Ecco tutti i dettagli.

ROMA – Airbus è il partner scelto da Ita. A pochi giorni dalla partenza ufficiale, la nuova compagnia ha chiuso l’accordo che prevede l’acquisto di 28 aerei per riuscire a completare il prima possibile la flotta. Le consegne saranno effettuate immediatamente per quasi tutti i velivoli. Gli unici che arriveranno solamente dopo il completamento del Business Plan saranno quelli della famiglia A320neo.

Un accordo che, secondo quanto riportato dall’Ansa, è costato 1,5 miliardi di euro. Una notizia arrivata a pochi giorni dal primo volo e non si escludono in futuro altri accordi con Airbus.

L’accordo con la società Air Lease Corporation

Ita ha stretto un accordo anche con la società Air Lease Corporation. Come riportato sempre dall’Ansa, la compagnia di bandiera è riuscita a trovare un’intesa per la fornitura in leasing di altri 31 velivoli sempre Airbus di nuova generazione fra aerei di lungo, medio e corto raggio.

Trattative che hanno permesso a realizzare un piano di “56 aerei Airbus in leasing a condizioni significativamente più vantaggiose rispetto a quelle di Alitalia“. Si tratta sicuramente di accordi importanti soprattutto in ottica futura.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Alitalia
Alitalia

Ita pronta a partire dal 15 ottobre

La partenza di Ita è prevista dal 15 ottobre. La compagnia, nonostante le diverse tensioni registrate con i dipendenti e i sindacati, sta organizzando tutto per il primo volo. C’è sicuramente grande attesa per conoscere meglio i mezzi che saranno messi a disposizione dall’azienda.

L’obiettivo è sempre quello di sfruttare il turismo invernale per poter ottenere risultati importanti e mettersi alle spalle un momento difficile per la pandemia. Non ci resta che aspettare qualche giorno per il primo volo della nuova compagnia. Un appuntamento sicuramente storico dopo quanto successo nei mesi scorsi.

ultimo aggiornamento: 30-09-2021


Spid, Cie e Cns, cosa cambia dall’1 ottobre

Pubblica amministrazione, cosa prevede il decreto Brunetta: tutti allo sportello dal 15 ottobre