Il mondo dello sport piange la scomparsa di Alessandro Talotti: l’ex campione di atletica è morto a 40 anni. Era malato da tempo.

È morto a 40 anni Alessandro Talotti, ex campione di atletica e uno dei migliori italiani nella disciplina del salto in alto. L’atleta era da tempo malato e si è spento poco dopo essere diventato papà.

Lutto nel mondo dello sport, morto Alessandro Talotti

Considerato uno dei migliori saltatori italiani di tutti i tempi, Alessandro Talotti aveva fissato l’asticella a 2 metri e trentadue. Una misura non da poco. L’ex campione è morto a soli 40 anni a causa di un tumore. Il decesso è avvenuto nella notte tra sabato 15 e domenica 16 maggio.

La malattia e la lotta contro il tumore

Il campione era da tempo malato e lottava con tenacia e determinazione contro un tumore allo stomaco, scoperto negli stessi giorni nei quali aveva saputo che sarebbe diventato papà. Aveva affrontato diversi cicli di chemio e parlando della sua malattia ha raccontato di non essersi mai tirato indietro.

Se la tua vita è stata superare un’asticella a due metri e venti, il tuo corpo diventa così sensibile da percepire e amplificare anche il minimo fastidio. Il lavoro che il saltatore fa su se stesso è annullare quel dolore, risparmiare le forze e trovare segnali positivi in altre parti del corpo sottraendo energia alla negatività. Non ho mai mollato, ho superato anche gli incubi prima di entrare in sala terapie, uguali a quelli irrazionali che ti vengono di fronte a un’asticella troppo alta e ti paralizzano“, aveva raccontato Talotti come ricordato da il Corriere della Sera.

Federazione Italiana Atletica Leggera
fonte foto https://www.facebook.com/fidal.it

La moglie e il figlio

Talotti lascia la moglie e un figlio. Il campione era sposato con Silvia Stibilj, fuoriclasse del pattinaggio a rotelle. I due hanno avuto un figlio, Elio.


Dramma nel Modenese, ragazzo morto per evitare un gavettone

La pallavolista è incinta, il club la cita per danni. Poi ritira la citazione