“Alexei Navalny sta morendo”, così la portavoce con un messaggio sui social. Preoccupano le sue condizioni.

ROMA – Preoccupano le condizioni di Alexei Navalny. In un post su Facebook la portavoce del blogger russo ha lanciato un nuovo allarme: “Sta morendo, nelle sue condizioni è questioni di giorni”. Un quadro clinico destinato a peggiorare nei prossimi medici, con i suoi medici che hanno ribadito un alto rischio di infarto per l’oppositore di Vladimir Putin.

Nella giornata del 23 aprile lo staff di Navalny ha comunicato che l’oppositore di Vladimir Putin interromperà lo sciopero della fame iniziato nella giornata del 31 marzo.

Come sta Alexey Navalny

Il 31 marzo Navalny ha iniziato uno sciopero della fame per protesta contro il suo fermo e in questo periodo ha perso 9 kg. Ke sue condizioni di salute sono peggiorate in poco tempo al punto che il suo staff aveva fatto sapere che il blogger era in pericolo di vita. Le autorità hanno optato per il trasferimento in un carcere con ospedale.

L’oppositore russo trasferito in ospedale, lo staff: “Mossa strategica”

Il dissidente russo sarà trasferito nel reparto ospedaliero del Servizio Penitenziario Federale russo. Si tratta del centro specializzato per l’assistenza medica ai detenuti. Nella comunicazione del trasferimento si informa che le condizioni di Navalny non sono critiche. Lo staff del principale oppositore di Putin ha fatto sapere che si tratta di una mossa strategica.

“Il trasferimento alla colonia penale IK-3 è un trasferimento alla stessa colonia di tortura, solo con un grande ospedale, dove vengono trasferiti i malati gravi. E questo va inteso come il fatto che le condizioni di Navalny sono peggiorate così tanto che persino la colonia della tortura lo ammette”, fanno sapere dallo staff dell’oppositore russo.

Navalny interrompe lo sciopero della fame

Nella giornata del 23 aprile Navalny ha annunciato che interromperà lo sciopero della fame iniziato lo scorso 31 marzo. Questo anche alla luce delle sue condizioni di salute considerate molto gravi.

Ambulanza
Ambulanza

L’intervento di Joe Biden

Sul caso Navalny è intervenuto anche il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden. “È totalmente, totalmente ingiusto. Totalmente inappropriato“, ha dichiarato il numero uno della Casa Bianca che prova a mettere pressione al Cremlino.

Joe Biden
Joe Biden

L’arresto di Alexei Navalny

La battaglia di Navalny contro Putin è iniziata negli anni scorsi. Dopo il tentativo di avvelenamento e il ricovero in Germania, il blogger al ritorno in Russia è stato arrestato. Da qui è iniziata una battaglia personale da parte dell’oppositore di Putin.

C’è tanta preoccupazione per le sue condizioni. La portavoce ha confermato un quadro clinico in peggioramento, parlando di una morte quasi imminente. Nei prossimi giorni non si esclude una nuova protesta da parte dei suoi alleati. Ma da parte di Putin e del Cremlino non c’è nessuna intenzione di fare un passo indietro rispetto alla loro decisione.


È morta la giovane promessa del ciclismo Silvia Piccini. È stata investita mentre si allenava

Riaperture, Rezza: “Possibile aumento dei casi. Non è un liberi tutti”