Alexej Navalny avvelenato con il Novichok. Dopo la riabilitazione, il dissidente è tornato a Mosca ed è stato arrestato.

BERLINO (GERMANIA) – “Alexej Navalny è stato avvelenato con il Novichok. Mosca deve dare spiegazioni“. Queste sono state le parole, riportate da La Repubblica, del portavoce del governo tedesco, Steffen Siebert lo scorso settembre.

Gli esami effettuati a Berlino non sembrano lasciare particolari dubbi. L’oppositore di Vladimir Putin è stato avvelenato con la stessa tossina utilizzata in Inghilterra per il caso Skirpal. Il governo tedesco ha richieste delle spiegazioni a Mosca che sin dal primo momento del ricovero ha smentito qualsiasi coinvolgimento in questa vicenda.

Alexej Navalny avvelenato in Russia

Le condizioni di Alexej Navalny sono state molto gravi. L’oppositore di Vladimir Putin è stato ricoverato ricoverato a Berlino da diverse settimane con gli esami che hanno confermato l’ipotesi di un avvelenamento di Novichok.

La tossina, secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe essere stata inserita nella bevanda consumata da Navalny a Omsk con il malore che è avvenuto durante il volo che lo doveva portare a Mosca. Da Berlino è stata avanzata la richiesta alla Russia di spiegare meglio quanto successo. Dopo un periodo di riabilitazione, il politico ha deciso di tornare in carcere.

Che cos’è il Novichok

Il Novichok è un agente nervino che agisce bloccando i recettori dai nervi ai muscoli provocando il collasso di molti funzioni corporee. I sintomi accusati da Navalny sull’aereo sembravano essere molto simili visto che le tossine potrebbero portare anche ad un rallentamento del cuore e la morte per asfissia.

Come riportato da Tpi, si tratta di un’arma chimica di quarta generazione che è stata sviluppata sotto un programma russo chiamato Foliant. Gli esami effettuati a Berlino hanno confermato l’utilizzo del Novichok per avvelenare Navalny. Sostanza utilizzata anche nel 2018 per uccidere l’ex spia Skripal. E Mosca nelle prossime settimane sarà chiamato a chiarire meglio quanto accaduto a Omsk, in Russia, nelle scorse settimane.

Navalny arrestato

Conclusa la riabilitazione, Alexey Navalny ha deciso di ritornare in Russia. Al suo arrivo c’era la polizia che lo ha arrestato.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini


Due scialpinisti morti in Ossola

Detenuto evade dal carcere di Rebibbia