Alfa Romeo 4C Spider: la grande bellezza

Non a caso svelata in anteprima al NAIAS di Detroit del 2015, è ambasciatrice dello stile e del piacere di vivere italiano. Scoperta, esalta il fascino della 4C Coupé che l’ha preceduta.

Versione scoperta della 4C Coupé, la Spider esalta il divertimento e la libertà di guida all’aria aperta. Riprende la tradizione dei mitici modelli Alfa che per anni hanno dominato la scena nell’esclusivo mondo delle auto sportive e glamour.

Tra le sue antenate si annoverano modelli come la 8C 2900 B Touring (1938) con la scocca in alluminio; la 1900 C52 “Disco Volante” (1952) che superava i 230 km/h; e soprattutto la leggendaria 33 Stradale (1967) con il motore in posizione centrale e il telaio in lega di magnesio e tubolari d’acciaio.

L’esclusivo anello parabrezza e la copertura del roll bar in fibra di carbonio (disponibile a richiesta) evidenziano le componenti strutturali ultraleggere della monoscocca in fibra di carbonio e del telaio in alluminio, che garantiscono alla 4C Spider un incredibile rapporto peso-potenza e prestazioni paragonabili a quelle di una supercar.

Velocità massima di 257,5 km/h, accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi, 1,1 g di accelerazione laterale e 1,25 g di decelerazione massima in frenata. Impressionante la potenza specifica di 136 CV/l.

Il motore, turbocompresso in alluminio da 1.750 cm3 a iniezione diretta con intercooler e doppio variatore di fase continuo, è associato al brillante cambio automatico a doppia frizione a secco Alfa TCT e al selettore Alfa DNA con quattro diverse modalità di guida. Il sistema di scarico dual-mode Akrapoviè è dotato di doppia marmitta in posizione centrale, finiture in fibra di carbonio e del caratteristico rombo Alfa Romeo.

L’Alfa Romeo 4C Spider è prodotta a mano nello stabilimento Maserati di Modena e sarà disponibile in Europa a partire dall’estate 2015.

Clicca qui per l’articolo di approfondimento sul design.

Clicca qui per l’articolo di approfondimento sugli interni.

Clicca qui per l’articolo di approfondimento sui comandi.

Clicca qui per l’articolo di approfondimento sulle caratteristiche tecniche.

ultimo aggiornamento: 02-02-2015

X