Alfa Romeo Giulia: la turbodiesel allo IAA

L’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde, presentata poco più di un mese fa, ha messo l’acquolina in bocca, ora si attende allo IAA di Francoforte la versione turbodiesel per comuni mortali.

L’Alfa Romeo Giulia ha fatto compiere un incredibile salto d’immagine alla Casa del Biscione. Lanciarla poi nella versione più fascinosa e performante, rappresentata dalla Quadrifoglio Verde e per giunta nella prestigiosa cornice del rinnovato Museo Alfa Romeo di Arese, è stata una geniale operazione di marketing. Tuttavia in FCA sanno bene che i numeri non si fanno con le supercar, ma con le più prosaiche vetture da famiglia, sia pure inserite nella categoria premium.

Ecco dunque l’attesa per la presentazione dell’Alfa Romeo Giulia dei “grandi numeri” che sarà svelata ufficialmente al prossimo IAA di Francoforte, in programma dal 17 al 27 settembre. Sono apparse in queste ore sul web alcune foto spia, che ritraggono un prototipo, camuffato dalla pellicola optical colto in giro per Torino, che subito hanno scatenato i media in una ridda di supposizioni.

Nonostante il camuffamento, che impedisce una perfetta visione, si notano alcuni particolari significativi. Mancano le prese d’aria a fessura ai lati del trilobo, così come gli sfoghi sul cofano presenti sulla Giulia QV. Differenti i parafanghi anteriori. Appaiono diversi anche i gruppi ottici anteriori, probabilmente di tipo tradizionale anziché a LED. Nella vista posteriore saltano invece all’occhio i terminali di scarico singoli. Infatti sotto al cofano dovrebbe pulsare al posto dell’esagerato V6 3.0 da 510 CV un ben più tranquillo e soprattutto risparmioso 2,2 litri turbodiesel con basamento in alluminio.

La nuova gamma Alfa Romeo Giulia sarà realizzata a Cassino, stabilimento flessibile, con una capacità di oltre 350 mila veicoli. Per raggiungere la massima potenzialità, alle berline saranno presto affiancate le versioni station. Non è invece dato sapere se e quando in FCA decideranno di sfruttare il glorioso passato agonistico del Biscione e tornare alle corse proponendo l’ampliamento della gamma con i modelli coupé a vocazione più sportiva.

Grande attesa anche per la possibilità, non del tutto remota, di vedere allo IAA lo studio di una crossover media con il marchio del Biscione con il compito di affiancare, in una fascia di mercato più ampia, la lussuosa e performante Maserati Levate che dovrebbe debuttare ufficialmente al Salone di Detroit del gennaio 2016.

ultimo aggiornamento: 30-07-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X