Amazon, la colossale azienda di Seattle nata il 5 luglio 1994

5 luglio, il ‘compleanno’ di Amazon: il colosso dell’e-commerce nato nel 1994

Il 5 luglio 1994 nasceva Amazon. L’azienda di Seattle, nel corso degli anni, è diventata la più grande internet company del mondo.

Amazon, l’azienda diventata uno dei colossi mondiali, veniva fondata a Seattle il 5 luglio 1994.

La nascita di un colosso

Jeff Bezos è un giovane ingegnere elettrico: lavora a Wall Street, poi per una società di commercio internazionale, infine presso un hedge fund. A Seattle, nel garage di casa, il 30enne fonda con il nome di Cadabra.com un’azienda attiva nel settore dell’e-commerce. Il nome cambia circa un anno dopo: Amazon deriva dal fiume Rio delle Amazzoni, di cui evoca il bacino idrografico. Il motto è Work Hard. Have Fun. Make History.

https://www.youtube.com/watch?v=_snoVZwQGVs

Amazon, numeri pazzeschi

L’azienda di Bezos è diventata un colosso mondiale, eppure i primi anni non sono stati semplici. Il core businness della società sono le spedizioni. La svolta si ha in seguito alla bolla delle dot-com, quando molte aziende del settore falliscono. Amazon resiste e nel 2002 fa un primo utile di 5 milioni di dollari. I ricavi continuarono a crescere grazie alla diversificazione dell’offerta e la presenza su un mercato internazionale.
Nel 2018 Amazon ha raggiunto un fatturato di oltre 230 miliardi di dollari, un utile netto di 11,3 miliardi, con quasi 650 mila dipendenti.

Impegno sociale

Amazon, oltre all’attività economica, è impegnata in tante donazioni. Nel 2001 fu uno dei primi siti di commercio elettronico ad accettare donazioni alla Croce Rossa a favore delle vittime degli attentati dell’11 settembre 2001. Per lo tsunami del 26 dicembre 2004 è stata creata una raccolta fondi a favore della Croce Rossa americana usando l’Honor System: la campagna ha raccolto oltre 13 milioni di dollari. Lo stesso sistema di donazioni è stato adottato anche in occasione dell’uragano Katrina.

ultimo aggiornamento: 05-07-2020

X