Il Pentagono avverte, la Russia prepara arma finale. Presentata nuova strategia USA sul nucleare

USA – Il Pentagono presenta la nuova dottrina statunitense e avverte: la Russia prepara l’arma finale. Gli americani rispondono con il nucleare.

USA –  Nuove ombre emergono dal Pentagono, secondo cui la Russia starebbe lavorando allo sviluppo di una nuova arma atomica impossibile da intercettare. Lo `Status-6 AUV´, nome in codice Kanyon, è un drone-sottomarino delle dimensioni di un mini-sommergibile in grado di trasportare un singolo ordigno della potenza di 100 megatoni, 2 volte la bomba Zar, al momento la più potente fatta esplodere dai russi.

Lo Status sarebbe stato progettato per creare uno tsunami artificiale alto 50 metri di altezza e contaminato dal cobalto-60.

La nuova strategia americana sul nucleare

Alla luce della minaccia russa, il Pentagono ha rivisto il programma nucleare americano: testate nucleari a potenza ridotta per effettuare attacchi mirati, è questo il punto principale del progetto presentato dal Pentagono.

È una risposta all’espansione russa della loro capacità nucleare” spiega il segretario della Difesa Mattis.

Le nuove armi nucleari potrebbero essere allestite sui missili Trident in dotazione ai sottomarini atomici, e diventare la testata di missili Cruise in dotazione alla Marina militare statunitense.

La nota di Donald Trump

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha voluto sottolineare come la il programma definito e presentato dal Pentagono affondi “le sue radici in una valutazione realistica sulla sicurezza globale, nella necessita’ di avere un deterrente verso l’uso delle armi più distruttive del mondo e nell’impegno da parte del nostro paese alla non proliferazione nucleare“.

ultimo aggiornamento: 03-02-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X