Ema, Milano beffata: l’Agenzia del farmaco UE si sposta a Amsterdam

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

L’Ema, Agenzia del farmaco, lascia Londra dopo la Brexit e si stabilirà nella capitale olandese. Dopo la terza votazione in parità, Milano è stata beffata al sorteggio.

BRUXELLES – Non sono bastate tre votazioni per decidere la nuova sede dell’Ema, l’Agenzia del farmaco dell’Unione Europea. Dopo la Brexit, infatti, l’Ue doveva stabilire una nuova ricollocazione per l’ente che aveva sede a Londra.

I turni di votazione, Milano avanti

A Bruxelles, i 27 ministri hanno così votato: al primo turno (quando ogni Paese doveva dare sei voti: tre al favorito, due alla seconda scelta e uno alla terza), Milano e Amsterdam avevano avuto rispettivamente 25 e 20 voti, e 20 anche Copenaghen, il terzo candidato passato al secondo turno. Bratislava si era fermata a 15 voti, 13 erano andati a Barcellona, 12 a Stoccolma, 10 a Porto e Atene, sette a Varsavia e Budapest, cinque a Helsinki e Buxelles, quattro a Vienna, tre a Sofia, Bonn e Lilla. Al secondo turno (con un solo voto a disposizione per ogni Paese), Milano, Amsterdam e Copenaghen, avevano avuto rispettivamente 12, nove e cinque voti.

Parità e sorteggio

Gli slovacchi, dopo l’eliminazione di Bratislava al primo turno, non hanno più votato, e così al terzo turno  si è determinata una situazione di parità (13-13) tra Milano e Amsterdam. Secondo il regolamento, si è proceduto al sorteggio che ha visto la vittoria di Amsterdam come nuova sede dell’Ema.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 21-11-2017

Fabio Acri