L’analisi dei periti sul crollo e le condizioni del Ponte Morandi: riscontrata una scarsa manutenzione e difetti esecutivi in fase di costruzione della struttura.

Arriva l’analisi dei periti sul crollo del Ponte Morandi. A pochi giorni dall’anniversario della tragedia che ha scosso la città di Genova, l’Italia e l’Europa, è stato pubblicato il documento con la relazione finale stilato dal pool di esperti.

L’analisi dei periti sul crollo del Ponte Morandi

I periti nell’analisi sul cedimento del ponte sul Polcevera parlano di difetti esecutivi rispetto al piano originario oltre che, e qui subentrerebbero le responsabilità della società Autostrade, un considerevole livello di degrado legato a una mancanza di interventi di manutenzione.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Ponte Morandi
Ponte Morandi

L’analisi fatta dai periti si basa sui rilievi svolti sul territorio, sulle analisi delle carte e sui reperti, oltre che sugli studi legati alla dinamica del crollo e le possibili cause del collasso della struttura.

Rilevante anche l’analisi fatta sull’ancoraggio dei tiranti, che secondo gli inquirenti rappresenta uno dei reperti fondamentali intorno al quale si sviluppano le indagini. Da qui infatti si sarebbe originata la tragedia. In questo reperto i periti hanno individuato uno stato corrosivo.

Le indagini sul cedimento della struttura

L’inchiesta sul crollo del Ponte Morandi vede coinvolte settantuno persone oltre alla società Autostrade e alla Sepa. Gli indagati dovranno rispondere a vario titolo delle accuse di omicidio colposo, omicidio stradale colposo, disastro colposo, attentato alla sicurezza dei trasporti e falso.

L’analisi dei periti sarà presa in considerazione dalle autorità giudiziarie impegnate nelle indagini sulla tragedia che ha lasciato una ferita difficile da riemarginare nel cuore di Genova, spaccando fisicamente la città in due.

Di seguito il video del crollo del Ponte Morandi


Migranti, l’Alan Kurdi si arrende: le 40 persone sbarcheranno a Malta

Arrestato il super-latitante Domenico Crea