Istat, allarme sull'andamento dell'Economia italiana ad agosto

Frena la locomotiva Germania e l’Italia ne risente

L’allarme dell’Istat sull’andamento dell’economia italiana ad agosto. Si registra un rallentamento. Non sorride neanche la Germania: produzione industriale in calo.

L’Istat evidenzia un arretramento dell’indice dell’andamento dell’economia italiana. In parole semplici, la situazione economica del nostro paese è debole e incerta. A pesare sulla situazione italiana è l’andamento negativo della macro-economia.

Germania, rallenta la produzione

A proposito della crisi a livello europeo, continuano le cattive notizie per la Germania, la locomotiva d’Europa che ha fatto registrare una preoccupante battuta d’arresto. Nel mese di luglio la produzione industriale ha fatto registrare un calo del 4,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Merkel, si risolva la disputa commerciale con Pechino

Recatasi in visita a Pechino, la Merkel ha chiesto alle autorità di normalizzare la situazione commerciale. Le dinamiche attualmente in essere stanno trascinando in basso la Germania e gli altri paesi europei.

“Noi speriamo che ci possa essere una soluzione alla disputa commerciale con gli Usa dato che ha ripercussioni su tutti noi”.

Angela Merkel
fonte foto https://www.facebook.com/merkelfansita/

Il rapporto Istat sull’andamento dell’economia in Italia nel mese di agosto

L’Istat evidenzia un arretramento dell’indice dell’andamento dell’economia italiana. In parole semplici, la situazione economica del nostro paese è debole e incerta.

Nel documento dell’Istat sull’andamento dell’Economia in Italia nel mese di agosto si legge che l’instabilità a livello europeo e mondiale ha avuto ripercussioni anche sulla situazione del nostro paese, alle prese con un periodo di debolezza su cui grava anche l’incertezza politica.

“Il recente peggioramento e l’elevata instabilità del quadro congiunturale si sono riflessi sull’andamento dell’indicatore anticipatore che ha segnato un’ampia flessione suggerendo il proseguimento della fase di debolezza dei livelli di attività economica”.

Istat
Fonte foto: https://www.facebook.com/IstatCensimentiGiornoDopoGiorno

Sale il tasso di disoccupazione

L’Istat segnala poi che il rallentamento ha avuto ripercussioni anche sul mondo del lavoro. Come testimoniato dall’ultimo rapporto dell’Istituto, il tasso di disoccupazione è tornato a crescere rimanendo comunque sotto la soglia del dieci per cento.

“La debolezza dei ritmi produttivi si è riflessa anche sul mercato del lavoro, determinando l’interruzione della crescita delle unità di lavoro e delle ore lavorate che aveva caratterizzato i mesi precedenti. L’economia italiana rimane caratterizzata dal proseguimento di una fase di stagnazione”.

ultimo aggiornamento: 06-09-2019

X