Andrea Pirlo saluta il calcio giocato a 38 anni, tanta la commozione!

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Si conclude la carriera di una leggenda del calcio: Andrea Pirlo si ritira ufficialmente

Si chiude tra applausi e commozione a New York la carriera di Andrea Pirlo, un campione assoluto capace di regalare a tutti gli amanti di questo sport meraviglioso ricordi e immagini che difficilmente verranno dimenticati. Ha giocato con i più grandi di sempre, vinto ogni trofeo e conquistato la stima di chiunque. Un professionista serio, mai polemico o eccessivo con in testa un solo obiettivo: giocare a pallone. Spesso ha sottolineato di aver imparato come stare in campo dai campioni, ma genialità e tecnica di sicuro erano doti che di certo fin da bambino, non erano mai apparse un ostacolo. Da piccolo, ha raccontato il padre, si mise a palleggiare in aeroporto mentre aspettavano un volo per andare in vacanza, le facce attonite delle persone furono il risultato di quanto talento era in grado di mostrare quel bambino così timido.

Il “maestro” ringrazia

Ha ringraziato tutti su Twitter con un lungo messaggio in cui ha sottolineato l’amore per il calcio e per la sua famiglia sempre al suo fianco in ogni esperienza vissuta anche lontano da casa. Tra i suoi ex compagni spicca il messaggio di Gattuso, suo amico da sempre con il quale ha condiviso tante vittorie. “Era l’unico capace di prendermi in giro per mesi, un personaggio molto divertente oltre che un campione straordinario. Gli ho tirato più cinquine di Bud Spencer a Terence Hill”. Queste le belle parole di commozione dell’allenatore. Mancherà e molto sul rettangolo verde ma d’altronde come è giusto anche il finale del romanzo più avvincente lascia ogni volta quel briciolo di tristezza che solo i veri capolavori sanno regalarci.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 08-11-2017

Matteo Rivarola