Andrea Scanzi vaccinato. E’ polemica per la somministrazione della dose al giornalista.

ROMA – Andrea Scanzi si è vaccinato tra le polemiche. La notizia della somministrazione della dose al giornalista ha provocato diverse critiche. L’azienda sanitaria Toscana ha confermato che l’iter seguito è regolare, ma l’Italia si è divisa.

Andrea Scanzi vaccinato, la versione del giornalista

Polemiche che hanno portato il giornalista a ripercorrere i motivi della scelta con un video sui social. “Lunedì scorso (15 marzo n.d.r.) ho dato la disponibilità al mio medico curante, nel rispetto delle regole, a prendere qualsiasi dose di vaccino destinata a finire nelle fogne – le parole di Andrea Scanzi, riportate dall’Adnkronosl’ho fatto a maggior ragione dopo aver sentito le parole del generale Figliuolo […]“.

Nonostante la diffidenza anche nella mia famiglia, io sono andato perché mi fido della scienza e perché volevo dare un messaggio agli italiani […]. Non ero serenissimo perché un retropensiero di paura ce l’hai sempre, ma l’ho fatto. Non che per farlo occorresse essere eroi, sia chiaro: gli eroi sono altri […]. Ho raccontato a tutti di avere fatto il vaccino per dare un messaggio […]. Dopo il mio post la Asl della mia zona ha finalmente messo anche online la lista dei panchinari del vaccino e le prenotazioni sono esplose“.

Vaccino
Vaccino

“Gli italiani dovrebbero ringraziarmi”

Il giornalista ha replicato anche alle critiche: “In un Paese normale dovrebbero ringraziarmi per quello che ho fatto […]. La vaccinazione era lecita, autorizzata, legale sotto tutti i punti di vista. La rifare ora, domani, sempre. Larga parte degli italiani avrebbe dovuto ringraziarmi perché mi sono vaccinato in un momento storico in cui nessuno o avrebbe voluto fare il vaccino AstraZeneca. Io ho accettato proprio perché volevo dare un segnale agli italiani“.

Le polemiche, comunque, non sono mancate e sono state diverse le posizioni prese anche in politica dopo la notizia della vaccinazione di Andrea Scanzi.

La Procura di Arezzo apre un fascicolo

La Procura di Arezzo ha aperto un fascicolo sul caso. Si tratta per la precisione di un fascicolo conoscitivo, quindi senza indagati né ipotesi di reato.

Boschi contro Scanzi: “Un bugiardo”

Ha detto che doveva fare il caregiver dei suoi genitori e vorrei capire quando, visto che è sempre in giro“, attacca la Boschi sui social. “Scanzi non poteva vaccinarsi. In Toscana una come me – che è avvocato – avrebbe potuto vaccinarsi un mese fa. E chi tra i miei colleghi lo ha fatto, ha rispettato le regole. Se non l’ho fatto io, nonostante abbia voglia come tutti di tornare ad abbracciare i miei nipotini, è stato per evitare polemiche dei moralisti contro di me“.

TAG:
coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 22-03-2021


Coronavirus, i ricoveri sopra la soglia di allerta. Avanti con le restrizioni

Giornata mondiale dell’acqua, l’Onu: “E’ una risorsa insostituibile”