Android Q: tutte le novità sul nuovo sistema operativo di Google

Presentato ufficialmente al Google I/O 2019, Android Q sarà la decima versione di Android. Ecco tutte le novità più interessanti.

Ogni anno Google tiene una conferenza dedicata agli sviluppatori. La novità principale del Google I/O 2019 è senza dubbio Android Q. Si tratta della decima versione del popolare sistema operativo per smartphone, e introduce alcuni importanti cambiamenti, non solo estetici.

Google I/O 2019
Fonte foto: https://www.youtube.com/watch?v=TQSaPsKHPqs

La novità più importante di Android Q riguarda la sicurezza

Uno dei principali problemi di Android è sempre stata quella che in gergo si chiama frammentazione. In parole povere, visto che ogni produttore può creare la “propria” versione di Android, può capitare che gli aggiornamenti richiedano mesi, o anni, per arrivare su tutti i dispositivi. Inoltre la distribuzione è a discrezione del produttore, che per esempio può decidere di non fornire versioni aggiornate del sistema operativo sui modelli più datati.

Il problema di questo sistema era la sicurezza. Spesso infatti gli aggiornamenti di Android comprendono anche risoluzione di bug e falle che possono rendere i nostri telefoni vulnerabili o meno sicuri.

Grazie a Project Mainline, Google ha un piano per superare questo scoglio. A partire da Android Q infatti, gli aggiornamenti di sicurezza più importanti potranno essere distribuiti direttamente da Google attraverso il Play Store.

In parole povere, chi avrà un terminale dotato di Android Q non dovrà aspettare i tempi del produttore per ricevere gli aggiornamenti di sicurezza. Questo sarà possibile grazie a un sistema a moduli, che in pratica permetterà a Google e ai produttori di intervenire in modo indipendente su diverse parti del sistema operativo.

Le altre novità di Android Q: sicurezza, navigazione e risparmio energetico

Anche se per il momento si tratta di novità presentate agli sviluppatori, da quello che è emerso dalla conferenza Google I/O 2019 possiamo vedere come si muoverà l’ecosistema Android nei prossimi mesi. Ecco alcune delle più importanti.

In Android Q vedremo moltissimo il tema scuro

Non si tratta solo di una moda. Google ha ufficialmente confermato che i temi scuri permettono di risparmiare batteria sugli schermi AMOLED. Dal momento che questi si trovano su molti degli smartphone più recenti, verrà introdotto come opzione, anche per essere usato nelle opzioni di risparmio energetico.

Supporto per gli schermi flessibili

Gli smartphone pieghevoli sono già una realtà, e con Android Q i display flessibili avranno un maggiore supporto, anche in termini di funzionalità. Sul palco della conferenza sono stati presentati i modelli di alcuni dei principali produttori, a titolo di esempio.

Smartphone pieghevole Samsug Galaxy Fold
Fonte foto: samsung.com

In Android Q si naviga a gesti

Con l’introduzione di alcune nuove gesture di navigazione (o Swipe), buona parte delle azioni non richiederanno più un pulsante fisico, in modo analogo a quello che succede su iOS.

Controllo genitori potenziato

Nella nuova versione di Android si potranno configurare molti controlli di supervisione, fra cui la possibilità di fissare limiti all’uso delle App, fissare orari per andare a letto e monitorare le App più usate dai figli.

Android Q controllo genitori
Fonte foto: blog.google/products/android/android-q-io/

Oltre a queste saranno disponibili alcune modifiche cosmetiche, come i Live Captions, sottotitoli autogenerati per tutti i video (anche quelli che abbiamo registrato), una nuova modalità senza distrazioni e la possibilità di utilizzare la crittografia anche sui dispositivi di fascia bassa.

Come rivedere la conferenza di apertura del Google I/O 2019

Per i più curiosi, la conferenza è disponibile sul canale ufficiale di Google su YouTube. Ecco il video:

Fonte foto copertina: blog.google/products/android/android-q-io/

serverplan banner

ultimo aggiornamento: 09-05-2019

X