L'Angelus di Papa Francesco: "Solo con Dio vinciamo il male"

L’Angelus di Papa Francesco: “Senza l’aiuto di Dio non sappiamo vincere il male”

L’Angelus di Papa Francesco: “L’amore infinito di Dio per noi peccatori non può essere rifiutato. Solo con lui sappiamo vincere il male”.

CITTA’ DEL VATICANO – Dopo una settimana di stop per il viaggio in Africa, in Piazza San Pietro ritorna il consueto appuntamento con l’Angelus di Papa Francesco. In questa domenica di settembre il Pontefice si è soffermato sul Vangelo odierno ricordando che “Gesù è contento di accoglierci alla sua mensa, dove offre sé stesso per noi“.

Una persona di buon senso – continua riferendosi ad una parabola – fa due calcoli e sacrifica una pecora per mantenere le altre novantanove. Dio, invece, non si rassegna. A Lui stai a cuore proprio tu che non conosci la bellezza del suo amore, che non hai ancora accolto Gesù al centro della tua vita, tu che non riesci a superare il tuo peccato“.

Papa Francesco: “Dio ci aspetta, non si stanca”

Il Pontefice si è soffermato anche sulle altre due parabole. La prima riguarda la moneta e Bergoglio ha ricordato: “Sei quella piccola moneta che il Signore non si rassegna a perdere e cerca senza sosta. Perché tu ai suoi occhi sei prezioso e nessuno ti più sostituire“. La seconda, invece, è quella del figliol prodigo: “Dio ci aspetta sempre. Perché ciascuno di noi è quel figlio riabbracciato, quella moneta ritrovata, quella pecora accarezzata e rimessa in spalla“.

Papa Francesco
Papa Francesco

“Il perdono di Dio sconfigge il peccato”

In conclusione dell’Angelus Papa Francesco ha ricordato di “non crederci buoni perché senza l’aiuto di Dio non sappiamo vincere il male“. Un pensiero anche per lo scambio di detenuti tra Russia e Ucraina: “Assicuro la mia preghiera per una rapida fine del conflitto“. Un pensiero anche per le due nuovi beatificazioni: Benedetta Bianchi Porro e il sacerdote pallottino Riccardo Henkes.

Di seguito il video con l’Angelus di Papa Francesco

ultimo aggiornamento: 15-09-2019

X