L’Angelus di Papa Francesco di domenica 18 aprile 2021. Il Pontefice: “Seguo con preoccupazione gli avvenimenti nell’Ucraina orientale”.

CITTA’ DEL VATICANO – Domenica 18 aprile Papa Francesco è ritornato a recitare l’Angelus dalla finestra dello studio nel Palazzo Apostolico Vaticno. “Grazie a Dio – il primo commento del Pontefice – possiamo ritrovarci di nuovo in questa piazza per l’appuntamento domenicale e festivo. Mi manca la piazza quando devo fare l’Angelus in Biblioteca. Sono contento, grazie a Dio. E grazie a voi per la vostra presenza. Ai ragazzi dell’Immacolata che sono bravi. E a tutti auguro una buona domenica“.

Il conflitto nell’Ucraina Orientale

Il Pontefice ha espresso preoccupazione “per alcuni avvenimenti dell’Ucraina orientale, dove negli ultimi mesi si sono moltiplicate le violazioni del cessate-il-fuoco, e osservo con grande inquietudine l’incremento delle attività militari. Per favore, auspico fortemente che si eviti l’aumento delle tensioni e, al contrario, si pongano gesti capaci di promuovere la fiducia reciproca e favorirne la riconciliazione e la pace, tanto necessarie e tanto desiderate. Si abbia a cuore anche la grave situazione umanitaria in cui versa quella popolazione, alla quale esprimo vicinanza e per la quale vi invito a pregare […]“.

Papa Francesco
Papa Francesco

La proclamazione di Beato di Simeone Cardo

Nella giornata di sabato 17 aprile sono stati proclamati Beati Simeone Cardon e cinque compagni martiri – ha aggiunto – nel 1799, quando soldati francesi in ritirata da Napoli saccheggiarono chiese e monasteri, questi miti discepoli di Cristo resistessero con coraggio eroico, fino alla morte, per difendere l’Eucarestia dalla profanazione. Il loro esempio ci spinga a un maggiore impegno di fedeltà a Dio, capace anche di trasformare la società e di renderla più giusta e fraterna […]“.

Oggi – ha aggiunto – si celebra in Italia la Giornata per l’Università Cattolica del Sacro Cuore, che da cento ani svolge un prezioso servizio per la formazione delle nuove generazioni. Possa continuare a svolgere la sua missione educativa per aiutare i giovani ad essere protagonisti di un futuro ricco di speranza […]“.


Sparatoria a Napoli, 25enne ferita ad un piede. Forse una ‘stesa’. A Colleferro ragazzo picchiato: due arresti

35enne muore annegata nel tentativo di salvare i cani