L’Angelus di Papa Francesco di domenica 5 gennaio 2020: “La santità è custodire il dono che Dio ci ha dato”.

CITTA’ DEL VATICANO – Nella prima domenica del nuovo anno ritorna il consueto appuntamento con l’Angelus di Papa Francesco. Il Pontefice si è soffermato sul Vangelo odierno che “ci mostra una novità sconvolgente: il Verbo eterno, il Figlio di Dio. Non solo è venuto ad abitare tra il popolo, ma si è fatto uno di noi. Dopo questo avvenimento non abbiamo solo una legge, ma una Persona divina che ci fa andare sulla strada perché Lui l’ha fatta prima“.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

L’Angelus di Papa Francesco

Nell’Angelus odierno, come riportato da Vaticannews, il Pontefice si è soffermato sul Vangelo di questa domenica: “La liturgia odierna – ricorda Bergoglionon è una favola ma è la piena rivelazione del Disegno di Dio sull’uomo e sul mondo […]“.

Papa Francesco si è anche soffermato sul significato del Natale: “La santità è custodire il dono che Dio ci ha dato. Soltanto questo: custodire la gratuità […]. Questo dono, io lo traduco in azione concrete nel quotidiano, nell’incontro con gli altri. Il dono, la gratuità di Dio entra in noi e noi la custodiamo e la diamo agli altri“.

Papa Francesco
Papa Francesco

Papa Francesco: “Mettiamo in pratica l’impegno per la pace”

Al termine della preghiera mariana, il Pontefice ha ricordato la festa dell’Epifania di domani e, inoltre, ha chiesto a tutti di “mettere in pratica l’impegno per la pace“.

Nei momenti lieti e in quelli difficili – ha affermato il Papa – affidiamoci a Lui, che è nostra speranza! Ricordo l’impegno che ci siamo presi a Capodanno, Giornata della Pace: ‘La pace come cammino di speranza, dialogo, riconciliazione e conversione ecologica’. Con la grazia di Dio, potremo metterlo in pratica“. Nessun accenno chiaro sulla situazione tra Iran e Usa ma il messaggio di pace è riferito a questa tensione.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 05-01-2020


Crollato albergo in Cambogia: 36 morti

Austria, Ministero degli Esteri sotto attacco informatico