Era l’8 giugno del 1949 quando per la prima volta nelle librerie si poteva acquistare il capolavoro di George Orwell, dal titolo 1984.

ROMA – L’8 giugno del 1949 veniva pubblicato un capolavoro assoluto come 1984, il romanzo di George Orwell che il poeta americano aveva iniziato a scrivere l’anno prima. Un viaggio in un mondo comandato da tre potenze totalitarie che sono in guerra tra di loro avere il controllo totale di una società che era nelle mani del Grande Fratello.

George Orwell poeta: la carriera dello scrittore inglese

Eric Arthur Blair, in arte George Orwell, è nato il 25 giugno 1903 a Motihari, in India. L’anno successivo si trasferisce in Gran Bretagna. Dopo aver completato gli studi obbligatori, decise di seguire le ombre del padre ed entrò nella Polizia Imperiale. Esperienza traumatica tanto da presentare le dimissioni qualche anno dopo. Da questa vicenda è iniziata la sua carriera di scrittore con il suo primo romanzo autobiografico, Giorni in Birmania.

Decise così di lasciare l’India e si trasferì a Parigi, dove iniziò la sua carriera di giornalista. Un anno in Francia, prima di ritornare nuovamente in Inghilterra dove ha continuato a scrivere libri. Nel 1936 ha sposato Eileen O’Saughnessy a Wallington. Proprio in questa città si trovava la Bury Farm, che secondo molti ispirò il poeta a scrivere La fattoria degli animali.

La sua vita da nomade continuò in Spagna, in Marocco e in Inghilterra. Partecipò come sergente alla Seconda Guerra Mondiale ma nel 1944 decise di abbandonare la Horm Guard per continuare la sua carriera di giornalista e scrittore. Lo stesso anno ha adottato il figlio Richard. Nel 1948 si sposò con Sonia Bronwell.

Gli ultimi anni di vita per George Orwell non furono semplici a causa di una tubercolosi. Il poeta inglese morì il 21 gennaio del 1950 in un ospedale di Londra a causa di un cedimento dell’arteria polmonare. Aveva solo 46 anni.

George Orwell
George Orwell (fonte foto https://www.facebook.com/GeorgeOrwellAuthor/)

1984: il capolavoro di George Orwell

Scritto nel 1948 e pubblicato un anno dopo, 1984 è sicuramente uno dei romanzi inglesi più belli e appassionanti di tutti i tempi. Le tre potenze (totalitarie, Oceania, Eurasia ed Estasia) si danno battaglia per avere un controllo totale sulla società che è amministrata dal Partito Socialista Inglese secondo i principi del Socing. A capo di questo partito c’è il Grande Fratello. Il totalitarismo di questo personaggio che nessuno ha mai conosciuto è molto simile a Josif Stalin e Adolf Hitler.

Un viaggio quindi indietro di qualche anno dove le persone provano a ribellarsi dal controllo di questo dittatore ma non ci riescono. Sono presenti nel romanzo anche i buchi della memoria, nei quali i membri del Partito gettato i documenti non aggiornati.

Di seguito il video con il trailer del film 1984

Cinque curiosità su 1984 di George Orwell

Ora andiamo a scoprire cinque notizie curiose su 1984

• Il titolo 1984 è dato dall’inversione delle ultime due cifre dell’anno in cui Orwell ha iniziato a scrivere.

• La prima edizione in lingua italiana è stata fatta nel 1950.

• La descrizione fisica del Grande Fratello è un mix tra Stalin, Hitler e Lord Kitchener.

• Da questo romanzo è stato ispirato il programma televisivo Big Brother, arrivato in Italia qualche anno dopo con il titolo Grande Fratello.

• 1984 è stato ispirazione anche di molte canzoni.

Di seguito il video con la canzone Ho fatto un sogno di Vasco Rossi ispirata al romanzo

fonte foto copertina https://www.facebook.com/RagioneCritica/

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
1984 8 giugno 8 giugno 1949 cronaca George Orwell

ultimo aggiornamento: 08-06-2018


Sicilia, blitz della Finanza: sequestrate dieci tonnellate di hashish

Allarme bomba a Roma, panico in metropolitana