Il progetto anti ransomware dell’Europol ha già “salvato” milioni di vittime, impedendo ai malintenzionati di estorcere 108 milioni di dollari.

In poco più di tre anni, il progetto anti ransomware dell’Unione Europea è stato visitato da più di tre milioni di persone, e ne ha aiutate più di duecentomila a recuperare i file colpiti da ransomware. Ma soprattutto, ha impedito ai cybercriminali di intascare più di 108 milioni di dollari.

Cifre di tutto rispetto, che possiamo leggere nel comunicato stampa sul sito ufficiale di Europol. Una buona notizia sia per quanto riguarda la sicurezza informatica in generale, sia perché, si tratta di una eccellenza tutta europea.

Al di là delle dovute celebrazioni, il sito No More Ransom è uno strumento perfetto per chiunque è caduto vittima di ransomware e, giustamente, non è intenzionato a regalare i propri soldi ai malintenzionati.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Come funziona il sito “No More Ransom” ?

Il sistema di protezione messo in campo è semplice e efficace. Come prima cosa colleghiamoci al sito ufficiale, presentato in italiano chiaro e semplice. Se siamo vittime di un virus ransomware dobbiamo solo scegliere Si.

No more ransom anti ransomware soccorso

Nella schermata che si apre, carichiamo due file infetti, che non siamo in grado di aprire. Poi aggiungiamo l’indirizzo indicato per il riscatto, in modo esatto.

No more ransom anti ransomware caricare file

Da questo punto in avanti quello che dobbiamo fare dipende dal tipo di ransomware che ci ha colpiti. Ma tutte le istruzioni sono scritte in modo chiaro e semplice, come possiamo vadere dai primi passaggi.

La polizia che si occupa di sicurezza informatica

Come possiamo vedere, il sito No More Ransom è stato lanciato nel 2016 da un’iniziativa della National High Tech Crime Unit della polizia olandese, dall’European Cybercrime Centre dell’Europol e dal produttore di software di sicurezza McAfee. Fra i partner del progetto c’è anche la polizia di Stato italiana. E si può dire senza paura che si tratta di una delle operazioni di cybersecurity più riuscite che siano mai state messe in atto.

Altre soluzioni anti ransomware

Come è chiaramente specificato nella prima pagina del sito, non sempre è possibile salvare i nostri dati utilizzando gli strumenti di No More Ransom o di altri servizi di sicurezza. Tuttavia, ci sono altre soluzioni che possiamo provare.

Per esempio, provare a recuperare i dati da un backup o dai servizi di archiviazione in cloud. Ecco una pratica guida alle soluzioni più semplici ed efficaci.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/illustrations/sicurezza-informatica-internet-3400723/

ultimo aggiornamento: 04-08-2019


Le migliori alternative a Lightroom, gratuite e Open Source

Instagram e Facebook down: problemi in Gran Bretagna e negli Stati Uniti