L’Antitrust italiano apre un’istruttoria su Google per l’esclusione dell’applicazione Enel X Recharge dal sistema Android. Si ipotizza un abuso di posizione dominante.

L’Antitrust ha avviato un’istruttoria su Google ipotizzando un abuso di posizione dominante. Le autorità competenti hanno già proceduto con una serie di ispezioni in alcune sedi della società.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Google condannata per l’esclusione di Enel X Recharge dal sistema Android

Solo poche settimane fa Google era stata condannata dall’Unione europea a pagare una multa da 1,49 miliardi proprio per abuso di posizione dominante. Il caso era legato alla pubblicità.

Enel X Recherge, le accuse a carico di Google

La società si sarebbe rifiutata di accettare in Android, noto e diffusissimo sistema operativo, l’applicazione Enel X Recharge, l’app sviluppata da Enel per fornire agli utenti informazioni la ricarica delle batterie delle automobili elettriche.

prodotti google abbandonati
fonte foto copertina: unsplash.com/photos/fpZZEV0uQwA

Secondo le accuse, Google avrebbe escluso l’applicazione di Enel dal mondo Android per difendere la posizione dominante del servizio Mappe (di Google ovviamente), aggiornato con la posizione delle colonnine di ricarica. Il servizio di Enel sarebbe stato concorrenziale e avrebbe potuto intaccare quello che di fatto è un monopolio detenuto dal colosso del web.

La difesa della società

Google ha incentrato la sua difesa sul concetto della sicurezza, facendo sapere che i servizi Android per l’automobile sono pensati e progettati per ridurre al minimo le distrazioni alla guida.

L’Antitrust avvia un’istruttoria su Google

Ora anche l’Antitrust ha deciso di fare luce sulla vicenda aprendo un’istruttoria su Google per fare luce sul comportamento tenuto dalla società e per accertarsi che non si sia trattata di una mossa per difendere il proprio predominio per quanto riguarda il mondo del mobile.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 18-05-2019


Le energie rinnovabili continuano a crescere: investimenti da 2,6 miliardi di euro

Juventus, l’addio di Massimiliano Allegri fa sorridere la Borsa