Antonio Fontanella è morto all’età di 70 anni. Il sindaco di Amatrice si è spento in seguito ad una ischemia.

AMATRICE (RIETI) – Antonio Fontanella è morto all’età di 70 anni. Il sindaco di Amatrice, come riportato da Fanpage, si è spento nella giornata di giovedì 25 marzo 2021 in seguito ad una ischemia.

Il malore è stato accusato cinque giorni prima del decesso. Le condizioni sono sembrate sin da subito molto gravi, tanto che i medici hanno deciso per un trasferimento d’urgenza al Policlinico Gemelli di Roma per le cure. Il quadro clinico è stato sempre critico e la morte è avvenuta nella giornata di giovedì.

Chi era Antonio Fontanella

Antonio Fontanella è stata sempre una figura molto apprezzata a livello locale ad Amatrice. Dopo una prima elezione a sindaco negli anni ’90, il politico ha deciso di rimettersi in gioco nel maggio 2019 per prendere il posto a Sergio Pirozzi.

Un incarico sicuramente molto delicato che è arrivato a tre anni dal terremoto che ha messo in ginocchio l’intera cittadina. Un anno e mezzo di lavoro prima di una scomparsa che ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo della politica non solo romana.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Antonio Fontanella morto

Le condizioni del sindaco di Amatrice si sono aggravate negli ultimi giorni. Nella giornata del 20 marzo il politico è stato colpito da una ischemia nel suo appartamento. Immediati i soccorsi e il trasferimento al Policlinico Gemelli di Roma per effettuare tutte le cure del caso.

Un quadro clinico sin da subito molto grave e la morte è stata annunciata cinque giorni dopo. Il cordoglio dal mondo politico è stato immediato. Nelle prossime ore saranno comunicate tutte le modalità per salutare l’ultima volta il sindaco. Molto probabilmente i funerali si svolgeranno in diretta televisiva per consentire a tutti di omaggiare il primo cittadino.


Vaccini Covid, von der Leyen: “In arrivo 360 milioni di dosi”. Pfizer sarà prodotto in Italia

Draghi: “La ricerca ci ha indicato la strada per uscire dalla pandemia”