Anziana morta in casa. La Procura indaga per omicidio. Arrestata la figlia e il nipote della vittima.

MACERATA – Una anziana è morta in casa in provincia di Macerata. La tragedia, come raccontato da La Repubblica, è avvenuta alla Vigilia di Natale ma sono diversi i punti da chiarire.

In un primo momento si era pensato ad un malore avuto durante una rapina. Le indagini, però, hanno portato al fermo della figlia e del nipote della vittima con l’accusa di concorso in omicidio volontario premeditato pluriaggravato dalla minorata difesa della vittima. Coinvolto anche il marito dell’anziana.

Aveva chiamato un Centro antiviolenza

Secondo quanto accertato dagli inquirenti, la 78enne qualche giorno prima di essere uccisa aveva chiamato un centro antiviolenza e fissato l’appuntamento con un avvocato per martedì 29 dicembre 2020. Un elemento che ha consolidare l’ipotesi di omicidio volontario.

La vicenda

L’omicidio risale alla Vigilia di Natale. Secondo la prima ricostruzione,, uno sconosciuto si è introdotto nell’abitazione, chiuso la donna in una stanza, il marito nel bagno e legato e aggredito la figlia prima di portare via il suo bottino.

A dare l’allarme sarebbe stato il nipote. All’arrivo il personale medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso della donna. In un primo momento si è pensato ad un malore, ma da parte degli inquirenti nessuna ipotesi è esclusa e nelle prossime ore continueranno gli approfondimenti per accertare meglio quanto successo. La Procura ha aperto un’indagine per omicidio volontario e favoreggiamento.

Carabinieri
Carabinieri

Indagini in corso

Le indagini sono in corso. Gli inquirenti hanno ascoltato la versione dei familiari. Secondo le prime ricostruzioni, il bottino sarebbe di un migliaio di euro in contanti. Nessuno dei vicini si sarebbe accordo di qualcosa e soprattutto i due cani della famiglia non hanno abbaiato.

La versione dei parenti non ha mai convinto gli inquirenti. Gli approfondimenti hanno portato all’arresto della figlia e del nipote della vittima. Coinvolto anche il marito dell’anziana. Secondo una prima ricostruzione, l’omicidio è stato elaborato il 16 dicembre e poi messo in atto il 24.


Coronavirus, il monitoraggio dell’Iss: indice Rt a 0.95

Coronavirus, variante inglese in un quinto dei casi in Italia