Napoli, anziana trovata morta: era legata e imbavagliata

Tragedia a Napoli. Una donna è stata trovata morta nella propria abitazione. Era legata al letto e imbavagliata.

NAPOLI – Giallo nella periferia ovest di Napoli. Una donna di 76 anni è stata trovata senza vita nel proprio appartamento. Il corpo dell’anziana, legata al letto e imbavagliata, è stato rinvenuto dal marito. Sulla vicenda indagano i carabinieri che al momento non escludono nessuna ipotesi. Secondo una prima ricostruzione non sono presenti segni di effrazione nell’appartamento. Non si esclude neanche la possibilità di un suicidio ma prima di ipotizzare il movente dell tragedia gli inquirenti aspettano i risultati dei rilievi.

Carabinieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/carabinieri.it

Tragedia a Napoli, donna trovata senza vita nel proprio appartamento

Il cadavere della donna è stato trovato dal marito, appena rientrato a casa. Secondo quanto raccontato dall’uomo agli inquirenti, lui e i figli erano usciti per circa un’ora e mezza e al suo ritorno ha rinvenuto il corpo della moglie ormai senza vita. Il personale del 118 non ha potuto fare altro che accertare il decesso.

Il magistrato di turno ha autorizzato l’autopsia sul corpo della donna per accertare le cause della morte. Proprio da questo controllo medico si potrà sapere un po’ di più su questo giallo. La mancanza di segni effrazione non porta ad escludere l’ipotesi di un suicidio ma prima si aspetta i risultati dei rilievi effettuati nell’abitazione.

Gli inquirenti indagano anche sul passato della donna per provare a trovare qualche collegamento con questo omicidio. Esclusa la rapina, rimane viva la pista del killer conoscente. Per questo i militari nelle prossime ore ascolteranno nuovamente il marito e i figli. L’obiettivo è quello di cercare di scoprire qualcosa in più della vita della vittima che potrebbe portare all’identificazione del suo assassino che al momento rimane ignoto. Un giallo non semplice da risolvere nel giro di poche ore per i carabinieri.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/

ultimo aggiornamento: 25-03-2019

X