Il fatto risale a ieri: un’anziana donna è stata uccisa da sua figlia all’interno della sua abitazione. Trovata in una pozza di sangue.

La vittima della vicenda era un’anziana di ottanta anni, si chiamava Maria Teresa Maurella. La polizia ha ritrovato il corpo della donna senza vita sul pavimento della sua abitazione, sommersa in una pozza di sangue. Responsabile dell’omicidio sua figlia, Daniela Multarini, una donna di 48 anni.

In un primo momento, Daniela avrebbe pronunciato davanti alla polizia delle frasi senza senso, sconclusionate, probabilmente per lo stato di shock in cui si trovava. Ma dopo, avrebbe anche confessato di aver compiuto l’omicidio nei confronti della sua anziana madre. Attualmente Daniela si trova in ospedale, sotto stretta sorveglianza dei carabinieri.

Maria Teresa Maurella è stata uccisa nella sua casa di San Benedetto del Tronto, ad Ascoli Piceno. L’omicida, – si ipotizza sua figlia – si sarebbe avventata sull’anziana 80enne colpendola con un corpo contundente ripetutamente. La donna sarebbe stramazzata al suolo senza vita, morendo in una pozza di sangue. Nonostante sua figlia abbia confessato l’omicidio, non ha fornito agli investigatori altre informazioni, come il movente o le modalità con cui ha compiuto l’omicidio.

Daniela si trova ricoverata in ospedale ed è in stato confusionale. Secondo quanto riferito dagli investigatori, si tratterebbe di un omicidio accaduto a causa di storie di degrado familiare, e di problemi psichiatrici mai affrontati.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La vicenda

La vicenda è accaduta nella giornata di ieri, 7 luglio. La vittima abitava insieme alla figlia in un appartamento situato in via della Pace, un quartiere nella zona periferica di San Benedetto del Tronto. Ad un certo punto, i vicini di casa delle due donne hanno udito delle urla e per questo motivo hanno richiesto l’intervento delle forze dell’ordine.

Polizia

All’arrivo della polizia, gli agenti hanno trovato il corpo privo di vita dell’anziana. Al momento del ritrovamento, la figlia dell’80enne non era in casa, ma si trovava nello stesso stabile. Poco prima che arrivassero i soccorritori, la donna avrebbe anche aggredito un altro vicino di casa ma sarebbe stata fermata.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 08-07-2022


Silvia sposa Maurizio sul letto d’ospedale, la storia a lieto fine

Assolto dall’accusa di stupro per “invito a osare”