Il critico d’arte Vittorio Sgarbi avrebbe firmato delle opere contraffatte ritrovate in uno dei locali della fondazione Archivio De Dominicis.

ROMA – Vittorio Sgarbi indagato per contraffazione di opere d’arte. Nell’ambito di una perquisizione nei locali della fondazione dell’Archivio De Dominicis, i carabinieri avrebbero trovato la presenza di alcuni quadri falsi che portavano la firma del critico d’arte.

Gli inquirenti nell’operazione hanno arrestato due persone – finite ai domiciliari – ed hanno emesso due divieti temporanei di esercizio dell’attività professionale per i galleristi.

Carabinieri
Carabinieri (fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/)

Archivio De Dominicis, indagato Vittorio Sgarbi per contraffazione.

I carabinieri tutela patrimonio culturale avrebbero trovato all’interno dei locali dell’Archivio De Dominicis dei quadri – forse appartenenti allo stesso pittore – che sono risultati falsi. In manette sono finiti il vicepresidente della Fondazione e di chi materialmente realizzava queste opere contraffatte. Divieto temporaneo di esercitare la professione per i due galleristi.

Nel mirino degli inquirenti è finito anche Vittorio Sgarbi che avrebbe autenticato i quadri. “Pirandelliano e grottesco – ha commentato il critico d’arte riportato dal sito di Repubblica siamo al livello più basso della capacità di un organo di garanzia e di tutela culturale, quelle opere sono tutte vere. Per me sono tutte opere originali. I carabinieri hanno sequestrato pere vere senza individuare un falsario e c’è un magistrato che gli ha dato corda. Hanno sequestrato opere autentiche in nome della seduzione amorosa di una persona che si è ritenuta l’unico ereda e ha deciso di togliere la potestà di giudizio mia e di altri“.

Le indagini continueranno nei prossimi giorni per cercare di risolvere questo mistero. I quadri verranno ispezionati con maggiore attenzione. Possibile anche che venga sentito Vittorio Sgarbi per provare a capire qualcosa in più. Al momento le opere sono state sequestrate e potrebbero essere restituite alla Fondazione se in futuro dovessero risultare vere.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/SgarbiVittorio/

Coronavirus, online la nuova autocertificazione


Lutto nel mondo della musica, è morto Bruno Cagli

Mediatrice culturale aggredita da cinque migranti: l’orario dei pasti la causa della lite