L’Arcivescovo di Bologna promuove i tortellini con la carne di pollo per gli islamici. Salvini attacca: “È come il vino rosso in Umbria senza uva”.

Fa discutere la presunta proposta dell’Arcivescovo di Bologna Matteo Maria Zuppi di preparare tortellini senza carne di maiale in vista della festa del patrono della città di San Petronio.

Molti hanno etichettato la proposta culinaria come una vera e propria blasfemia culinaria, tanto per rimanere in tema.

A fare luce sulla questione è stata la Diocesi bolognese che ha fatto sapere che l’Arcivescovo non ha mai avanzato una tale proposta.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Bologna, l’Arcivescovo Zuppi: tortellini senza carne di maiale per gli islamici. Ma è una fake news

Il tortellino dell’accoglienza, come è stato ribattezzato, non ha trovato consensi, anzi ha scatenato una serie di critiche cavalcate anche dal Centrodestra per attaccare il governo dei porti aperti.

In occasione della festa del patrono della città di San Petronio, l’arcivescovo di Bologna, prossimo cardinale, ha proposto di sostituire la mortadella con la carne di pollo per riempire i tortellini. La proposta originale è quella di produrre entrambi i tipi di pasta per permettere a tutti, musulmani inclusi, di gustare i sapori tradizionali della cucina locale. Nonostante la piccola grande, secondo alcuni inaccettabile, variazione.

Lucia Borgonzoni: “Offesa alle tradizioni”

Il primo attacco al tortellino dell’accoglienza arriva da Lucia Borgonzoni, una dei fedelissimi di Matteo Salvini. “Snaturano anche i tortellini, pur di ammiccare all’Islam, che vergogna. Questa per certi è integrazione, per me è un’offesa alle nostre tradizioni che nulla ha a che fare con l’integrazione“.

“Bastava fare i tortelloni se volevano essere più Islam friendly, ma poi non avrebbero avuto un po’di polemica da esibire e non avrebbero offeso la cultura di un’intera città”.

Matteo Salvini contro il tortellino dell’integrazione: “Stanno cercando di cancellare la nostra cultura”

Non poteva mancare l’intervento sul tema di Matteo Salvini, che ha accusato (implicitamente) il nuovo governo di voler cancellare la storia e le tradizioni dell’Italia.

“Per rispetto, il vescovo di Bologna ha lanciato i tortellini senza carne di maiale. E’ come dire il vino rosso in Umbria senza uva. Vi rendete conto? Stanno cercando di cancellare la nostra storia, la nostra cultura”.

Il leader della Lega ha incassato il sostegno, tra gli altri, di Pupo Avati.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Prodi, “Le nostre sono tradizioni di libertà”

In difesa del tortellino alternativo si è schierato invece Romano Prodi: “Le nostre sono tradizioni di libertà, se Salvini dice che con la libertà si offendono le tradizioni“.

La smentita

“L’arcivescovo Matteo Zuppi ha appreso la notizia del tortellino con carne di pollo solo questa mattina e dai media. Era all’oscuro dell’iniziativa annunciata ieri in conferenza stampa dal Comitato cittadino per le manifestazioni petroniane”, ha informato la Diocesi bolognese.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 01-10-2019


Rifiuti a Roma, si dimette CdA di Ama. Zaghis nuovo amministratore

Area B a Milano, tutte le informazioni utili sulla circolazione