Argentina in default, è il nono della storia del Paese

Argentina in default, è il nono della sua storia

Argentina in default. Il termine di pagamento dei creditori con il Paese che ha dovuto dichiarare la nona bancarotta della storia.

BUENOS AIRES (ARGENTINA) – Argentina in default per la nona volta nella storia. Alle 17 di venerdì 22 maggio 2020 è scaduto il termine di pagamento dei creditori con il Paese che ha dovuto dichiarare la bancarotta, la seconda ai tempi del coronavirus dopo il Libano.

Le trattative, hanno assicurato da Buenos Aires, con i creditori continuano con il Governo che proverà a ritoccare il debito. La deadline è stata fissata il 2 giugno ma il futuro del Paese continua ad essere pieno di ombre visto che la pandemia non ha ancora raggiunto il suo picco in Sud America.

Argentina in default

L’emergenza coronavirus ha contribuito alla bancarotta dell’Argentina. Il caso del Paese è molto particolare visto che dal 2001 sono tre i default dichiarati anche se in questo caso il grosso del debito è detenuto dal Fondo Monetario (44 milioni di dollari) e da investitori come lo hedge fund americano Black Rock.

La cifra complessiva del debito è di 65 miliardi di dollari con il Governo che non è riuscito a pagare una tranche da 500 milioni. Per questo nelle prossime ore si intensificheranno i contatti con i creditori per cercare di contrattare la cifra. La scadenza è stata fissata al 2 giugno.

Euro risparmi
Euro risparmi

Argentina, diversi disagi causati dal coronavirus

La notizia del default arriva in un momento non semplice per il Paese. I contagi sono in continuo aumento con i quartieri più poveri di Buenos Aires che da giorni non hanno l’acqua.

Un’emergenza nell’emergenza con il numero dei positivi che sembra essere destinato ad aumentare nelle prossime ore. Una pandemia che ha ampliato la crisi economica dello Stato.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus

fonte foto copertina https://www.facebook.com/alferdezok/

ultimo aggiornamento: 23-05-2020

X