Argentina-Italia, la conferenza stampa di Di Biagio: “Per ora non sono emozionato…”

La conferenza stampa di Di Biagio alla vigilia di Argentina-Italia, amichevole che segna l’esordio del nuovo ct sulla panchina azzurra.

Forse sarà per poco tempo, ma per Di Biagio è ormai giunto il momento di calarsi appieno nei panni di commissario tecnico della Nazionale italiana. Domani per lui si prospetta già un primo, durissimo esame: l’amichevole di Manchester contro l’Argentina di Sampaoli.

Intervenuto in conferenza stampa, Di Biagio ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Le critiche le leggiamo, perché è il nostro lavoro, ma poi andiamo avanti. Icardi e Dybala non convocati? Non ho molto da aggiungere rispetto a quanto detto da Sampaoli. Loro lì davanti hanno molta scelta, noi invece meno, ma quella che abbiamo per me fa benissimo“.

Argentina-Italia, la conferenza stampa di Di Biagio

Qualunque cosa gli prospetti il futuro, per Di Biagio domani sarà debutto ufficiale sulla panchina azzurra. Impossibile non parlare delle sue emozioni: “Per ora non sono emozionato, magari lo sarò domani. Ma ho troppo da fare e non mi rendo conto. I ragazzi sono sereni, abbiamo lavorato molto bene in questi giorni“.

Il ct è quindi tornato sull’importanza del match di domani: “Per me sarà una gara importante. Speriamo di ripartire subito, dobbiamo cancellare tutto quello che è successo e preparasi bene. Queste quattro gare possono rappresentare un piccolo Mondiale“.

Domani Di Biagio scenderà in campo con un 4-3-3 che si allontana dai precedenti schemi utilizzati da Ventura: “Giocheremo col 4-3-3, ma poi forse cambieremo. Si tratta di un match proibitivo, ma dobbiamo provare a giocare senza pensare a ciò che abbiamo davanti“.

Argentina-Italia, la conferenza stampa di Buffon

Accanto a Di Biagio è intervenuto in conferenza il capitano Buffon, il cui addio alla Nazionale è durato per ora solo pochi mesi: “Futuro? Penso che ognuno si sia fatto una propria idea e sappia qual è la verità. Penso di essere stato molto altruista, spesso ho rinunciato a dei piccoli record personali. Sono venuto qui con grande entusiasmo, ho quarant’anni ma sono pur sempre il portiere della Juventus“.

L’estremo difensore bianconero ha quindi parlato del suo compagno Dybala, non convocato per questa sfida: “Non mi dispiace che Sampaoli abbia detto che rischia di rimanere fuori dal Mondiale. Spero che queste parole arrivino all’orecchio di Paulo, perché so come reagiscono i campioni in momenti di difficoltà. Maggior stimolo non ci può essere per un giocatore del suo calibro“.

Buffon D'amico
Gianluigi Buffon

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 22-03-2018

Mauro Abbate

X