Argentina-Messico, Lautaro Martinez segna una tripletta. Parola a Conte

Lautaro, messaggio a Conte: tripletta e spettacolo con la maglia dell’Argentina

Argentina-Messico 4-0, Lautaro Martinez brilla con tre gol e una prestazione entusiasmante. Ora Conte ha l’imbarazzo della scelta.

Lautaro Martinez illumina l’Argentina con tre gol e un assist nella partita contro il Messico. Il Toro manda un chiaro messaggio ad Antonio Conte, che si gode la crescita del giovane pupillo. Che però dovrà faticare e non poco per assicurarsi una maglia da titolare. Lukaku sembra insostituibile, mentre Sanchez scalpita.

Antonio Conte
Antonio Conte

Argentina-Messico, Lautaro Martinez brilla nel 4-0 dell’albiceleste

In occasione dell’amichevole dell’Argentina contro il Messico, Lautaro Martinez fa impazzire i tifose dell’albi-celeste con tre gol in quarantacinque minuti. Numeri alla mano il Toro vede salire le sue cifre a nove gol in tredici apparizioni con la maglia della Nazionale.

Contro il Messico nasce la nuova Argentina, decisamente più continentale e meno sudamericana. La squadra incentra il suo gioco sul recupero del pallone e le ripartenze rapide. Un modo alternativo per imporre il proprio gioco, una strada che accantona il tiki-taka di Guardiola.

Lautaro Martinezz
Fonte foto: https://www.facebook.com/LautaroMartinezOfficial/

La tripletta del Toro Martinez

Lautaro Martinez sale in cattedra al 17′ quando semina un paio di avversari e sblocca la partita con una conclusione mancina che non lascia scampo al portiere. Passano cinque minuti e il Toro incorna per la seconda volta con una conclusione ravvicinata. Il sipario cala al 39′ quando l’attaccante nerazzurro chiude la pratica con una bella conclusione dalla media distanza. Oltre ai tre gol l’attaccante mette in mostra la sua tecnica nell’uno contro uno, la sua abilità nel fuggire alle spalle dei difensori e le sua abilità come rifinitore.

Di seguito il post condiviso dall’Argentina su Twitter

Le riflessioni di Antonio Conte

La palla passa ora tra i piedi di Antonio Conte che deve stabilire le gerarchie del suo attacco, diventato decisamente competitivo grazie agli innesti di Lukaku, unico certo della maglia da titolare, e Alexis Sanchez, arrivato a Milano per rilanciare la sua carriera dopo l’esperienza non proprio entusiasmante in Premier League.

ultimo aggiornamento: 11-09-2019

X