La terra ha tremato in Argentina sabato notte. Epicentro presso San Antonio de los Cobres, avvertita anche in Cile, Bolivia e Paraguay. Non si segnalano danni particolari.

BUENOS AIRES – L’Argentina è stata colpita da una violenta scossa di terremoto. Era passata da poco la mezzanotte locale (00:54) – le 4.54 in Italia – quando la terra ha tremato.

Argentina, sisma di magnitudo 6.1

Il terremoto ha avuto una magnitudo di 6.1. Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano e del servizio di monitoraggio geologico statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro molto profondo, a 189 chilometri dalla superficie. Questo fattore ha contribuito a far sì che, pur provocando molta paura tra la popolazione, il fenomeno tellurico non abbia prodotto danni significativi.

https://www.youtube.com/watch?v=cAZ-sPd7rZk&ab_channel=InfoCanalEdTv

L’epicentro a San Antonio de los Cobres

L’epicentro del terremoto che ha scosso l’Argentina è stato localizzato nei pressi di San Antonio de los Cobres, cittadina andina della provincia di Salta, nell’estremo nord-ovest del Paese sudamericano. La scossa, stando ai media locali, sarebbe stata avvertita anche in Bolivia, Cile e Paraguay. Non è la prima volta che nella località argentina si verifica un episodio del genere: lo scorso 30 novembre alle 23:54 ora locale era stata registrata una scossa di terremoto di magnitudo 6.3 e profondità 147.79 km sempre a San Antonio de los Cobres. Al sisma principale di questa notte è seguita una replica di assestamento di magnitudo 3.3.
La zona è situata lungo la Cordigliera delle Ande, una delle zone del pianeta a più alto rischio sismico.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
Argentina San Antonio de los Cobres Sud America terremoto

ultimo aggiornamento: 10-01-2021


Nuovo dpcm, le possibili restrizioni in vigore dal 16 gennaio

Papa Francesco sull’assalto al Capitol Hill: “Nulla si guadagna con la violenza, tanto si perde”