Direttamente dagli Usa arriva gli specchi I Tech che permetteranno di tener lontano i raggi solari dagli edifici

Ad agosto in centro città potremo lavorare al fresco in ufficio, senza aria condizionata. Un’utopia? No potrà diventare realtà grazie ad un team di ingegneri dell’Università di Stanford, che hanno creato gli specchi I tech, coordinati da Shanhui Fan e Aaswath Raman, come spiega lo studio pubblicato sulla rivista Nature.

Gli specchi I tech, realizzati grazie ad un nuovo materiale ultrasottile e composto da più strati, in grado di raffreddare gli edifici, anche nei giorni più soleggiati, respingeranno i raggi solari nello spazio e riducono il bisogno di aria condizionata.

L’effetto degli specchi I tech è un risultato che i ricercatori chiamano ‘raffreddamento radioattivo fotonico’.

Il materiale è stato progettato per avere un buon rapporto costo/efficacia nella produzione di larga scala ed essere messo sui tetti degli edifici ed ha uno spessore di appena 1,8 milionesimi di metro (micrometri) che “lotta” in modo totalmente innovativo contro la luce, sia visibile che invisibile.

Nel lungo periodo potrà anche consentire di ridurre la domanda di elettricità.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 28-11-2014


Sara Tommasi regalerà un 2015 coi fiocchi

Nasce il primo gruppo di aiuto per guarire dalla sessodipendenza