Nuove accuse dei curdi alla Turchia: "Usano armi chimiche"

Guerra in Siria, i curdi accusano la Turchia di usare fosforo bianco e napalm

Nuove accuse dei curdi alla Turchia: “Usano fosforo bianco e napalm”. Ankara smentisce: “Non abbiamo armi chimiche”. Contatto telefonico Conte-Erdogan.

ANKARA (TURCHIA) – Nuove accuse dei curdi alla Turchia. I militari che stanno combattendo contro i soldati di Ankara hanno parlato di attacchi delle forze avversarie fatti con fosforo bianco e napalm. Immediata la replica del governo turco che ha smentito questa ipotesi: “Tutti sanno – ha ribadito il ministro della Difesa citato dall’ANSAche noi non usiamo armi chimiche. Alcune informazioni ci indicano che le milizie curde dello Ypg usano queste armi chimiche per poi accusare la Turchia“.

Contatto telefonico tra Conte ed Erdogan

In attesa di discutere delle decisioni da prendere a Bruxelles, il premier Conte ha avuto un contatto telefonico con Erdogan per ribadire la contrarietà dell’Italia a questa offensiva. Fonti di Palazzo Chigi hanno parlato anche di forti momenti di tensionea fronte del fermo e reiterato invito del presidente del Consiglio ad interrompere questa iniziativa militare, che ha effetti negativi sulla popolazione civile“.

Una conversazione durata circa un’ora che si è conclusa con una fumata nera. Nelle prossime ore l’Italia confermerà a Bruxelles l’intenzione di condannare attraverso i dazi e il blocco delle armi la decisione di Ankara di attaccare la Siria.

Giuseppe Conte
Fonte foto: https://www.facebook.com/GiuseppeConte64

La lettera di Trump

Non fare lo scemo“. Così Donald Trump si era rivolto a Erdogan in una lettera datata 9 ottobre. “Lavoriamo a un buon accordo. Tu non vuoi essere responsabile del massacro di migliaia di persone, e io non voglio essere il responsabile della distruzione dell’economia turca. Il generale Mazloum è disponibile a fare delle concessioni che non ha mai fatto in passato. La storia ti guarderà con favore se ti comporti in modo giusto e umano. Ti guarderà come il diavolo se non lo fai“.

Attesa per l’incontro a Istanbul proprio tra il premier turco e Mike Pence. Un cambio di strategia da parte del leader di Ankara visto che fino a ieri si era rifiutato di incontrare il vicepresidente americano.

fonte foto copertina https://twitter.com/LaVispetta

ultimo aggiornamento: 17-10-2019

X