Arrestato un dipendente del consolato britannico a Hong Kong

Tensione Hong Kong, arrestato un dipendente del consolato britannico

Arrestato un dipendente del consolato britannico a Hong Kong. Pechino conferma la detenzione amministrativa e attacca Londra.

HONG KONG – Arrestato un dipendente del consolato britannico a Hong Kong. Il fermo è stato annunciato dal ministero degli Esteri di Pechino che parla di una detenzione amministrativa per 15 giorni. Il provvedimento – fanno sapere dal governo cinese – è avvenuto per una violazione sulla sicurezza pubblica senza entrare nei dettagli della vicenda.

Arrestato un dipendente del consolato britannico a Hong Kong

Del dipendente del consolato britannico non si avevano notizie dallo scorso 8 agosto ma la notizia del fermo è stata data solamente una decina di giorni dopo. L’arresto è stato confermato anche da Londra che si è detta “estremamente preoccupata” per quanto sta accadendo nel Paese.

Secondo quanto riferito dalla Gran Bretagna, il dipendente si era recato a Shenzhen per un viaggio di lavoro. La sera è tornato ad Hong Kong e da quel momento non nessuno lo ha sentito. Dalla Cina smentiscono qualsiasi caso diplomatico ma si tratta di un fermo per una violazione della legge della sicurezza pubblica. La vicenda viene seguita da vicino da Londra che nelle prossime ore potrebbe chiedere la scarcerazione del dipendente o almeno farsi spiegare i motivi della detenzione.

Protesta Hong Kong
fonte foto https://www.facebook.com/hongkongfp/

Alta tensione tra Cina e Gran Bretagna

La tensione continua ad essere molto alta tra Cina e Gran Bretagna. Dopo il fermo Pechino ha chiesto a Londra di non intromettersi negli affari dell’ormai ex colonia inglese. Il governo britannico, infatti, nei giorni scorsi si era pronunciato sulle proteste che ormai sono diventate quotidiane Hong Kong.

Dichiarazioni irresponsabili – fa sapere il Ministero degli Esteri cinese – noi abbiamo protestato con la Gran Bretagna per la serie di commenti e azioni su Hong Kong. Abbiamo chiesto di interromperle, di intromettersi nelle questioni dell’ex colonia e di interferire nelle questioni interne cinesi“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/hongkongfp/

ultimo aggiornamento: 21-08-2019

X