Mafia, arrestato il latitante Domenico Romeo: l'accusa

Mafia, arrestato il latitante Domenico Romeo

E’ stato arrestato Domenico Romeo, latitante e collaboratore del clan Alvaro. L’accusa è di traffico internazionale di stupefacenti.

REGGIO CALABRIA – Nuovo colpo alla mafia calabrese. Nella notte tra il 1° e il 2 febbraio 2020 è stato arrestato Domenico Romeo, latitante e collaboratore del clan Alvaro. Secondo quanto scoperto dagli inquirenti, era proprio lui il contatto tra la ‘Ndrangheta e la Colombia per quanto riguarda la droga.

Il mandato di cattura era stato emesso dalla Procura nel luglio 2019 con l’accusa di traffico internazionale con l’aggravante di aver favorito la mafia calabrese. L’uomo, però, si era nascosto nelle campagne reggine fino al blitz della Guardia di Finanza.

Il blitz

Il blitz della Guardia di Finanza è stato fatto nelle prime ore di domenica 2 febbraio 2020. Le Fiamme Gialle hanno bussato alla porta di una villetta in Aspromonte. Ad aprire è stato lo stesso Romeo che non ha opposto resistenza ed è stato portato in carcere per l’interrogatorio.

La ricerca si è conclusa, quindi, con il fermo dell’uomo che nelle prossime ore sarà ascoltato dal magistrato. Toccherà al ‘contabile’ degli Alvaro cercare di ricostruire quanto accadeva in quel clan e soprattutto come avvenivano e chi erano i contatti colombiani per il traffico di sostanze stupefacenti. Una vicenda che presto potrebbe avere importanti novità.

Guardia di Finanza
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/Guardia-di-Finanza

La latitanza

La latitanza di Romeo è durata poco più di sei mesi. Nella primavera 2019 il ‘contabile’ del clan Alvaro aveva fatto perdere le sue tracce nascondendosi in una villetta in Aspromonte. Una rifugio che non gli vietava di unirsi con la famiglia per trascorrere il weekend magari con il pranzo domenicale incluso.

Questa volta, però, è stato trovato dalla Guardia di Finanza con Romeo che non ha opposto resistenza visto che era circondato. Un colpo alla ‘Ndrangheta che potrebbe essere fondamentale per cercare di avere informazioni sul traffico di stupefacenti in Colombia.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/Guardia-di-Finanza

ultimo aggiornamento: 04-02-2020

X