A Udine è stato fermato il presunto spacciatore che avrebbe venduto alla minorenne la dose fatale. L’uomo afgano è indagato per spaccio e morte come conseguenza.

UDINE – Dopo due mesi si sono concluse le indagini sulla morte di una ragazza di 16 anni avvenuta ad Udine il 3 ottobre 2018 per overdose. Gli inquirenti hanno fermato un ragazzo afgano, accusato di spaccio e di morte come conseguenza.

Secondo gli investigatori sarebbe stato lui a vendere la dose fatale alla giovane che nel momento del decesso si trovava con il fidanzato. Il ragazzo ha confessato ai magistrati che si erano chiusi nel bagno della stazione per assumere la sostanza stupefacente per poi addormentarsi. Al risveglio ha cercato di svegliare la fidanzatina ma ormai era troppo tardi.

Carabinieri
Carabinieri (fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it)

Udine, fermato un ragazzo afgano: avrebbe venduto la dose letale ad una minorenne

Subito dopo la scoperta della morte, gli inquirenti hanno aperto un’indagine. Fondamentali sono state le immagini delle telecamere di videosorveglianza della città e i tabulati telefonici che hanno portato all’identificazione del giovane africano che nelle prossime ore sarà ascoltato dal magistrato. Il fermo dovrebbe essere convalidato con l’indagato che dovrà rispondere al mancato rispetto del divieto di dimora nella città.

Il ragazzo afgano – infatti – in passato aveva ricevuto un foglio di via con l’impossibilità di tornare a Udine. Una misura non rispettata dal fermato che si trovava nella zona di borgo di stazione. Agli inquirenti dovrà spiegare anche questa situazione. Le indagini vanno comunque avanti per capire se nella vicenda è coinvolto solamente lui oppure ci sono anche altre persone che hanno preso parte alla vicenda.

Una tragedia che ha sconvolto l’intera città di Udine con una ragazzina di soli sedici anni che è morta per aver assunto una sostanza stupefacente nella stazione del capoluogo friulano. In manette un uomo di origine afgana, sospettato di aver venduto la dose fatale.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/


Papa Francesco ai pedofili: consegnatevi alla giustizia

Allarme meningite a Terni, ricoverato un ragazzo di 27 anni