Arresti a Palermo per mafia: 11 persone arrestate dai carabinieri

Operazione antimafia a Palermo, 11 fermi per estorsione

Arresti a Palermo per mafia. 11 persone sono state fermate con l’accusa di estorsione. La figura di spicco era Andrea Catalano.

PALERMO – Arresti a Palermo per mafia. Nella mattina di martedì 17 settembre 2019 i carabinieri hanno fermato 11 persone con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Cosa Nostra aveva interessi sul controllo e la gestione di locali notturni in tutta la provincia.

L’organizzazione, infatti, riusciva a controllare i servizi di sicurezza privata nei locali imponendo gli addetti e le tariffe per ogni operatore.

In manette anche Andrea Catalano

Tra le persone fermate anche Andrea Catalano. La figura di spicco dell’organizzazione – secondo gli inquirenti – avrebbe sfruttato le sue conoscenze con gli esponenti di vertici dei clan di Porta Nuova.

L’indagine è iniziata nei mesi scorsi ed ha portato alla luce una organizzazione mafiosa che controllava la movida della zona. Le persone finite in manette sono 12 e tra queste anche uno delle figure emergenti di Cosa Nostra che ha approfittato dei suoi legami con alcuni boss per riuscire a mettere in atto il proprio piano. Nelle prossime ore previsti gli interrogatori di garanzia che potrebbero portare ad altri nomi da iscrivere sul registro degli indagati.

Carabinieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it

Mafia, arresti anche in Salento

Operazioni antimafia anche nel Salerno. La Procura di Lecce ha emesso un mandato cautelare per 22 persone vicine al clan Tornese della Sacra Corona Unita. Le accuse sono di associazione mafiosa, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, danneggiamento e detenzione e porto abusivo di armi. Reati aggravati dal metodo mafioso.

Nelle prossime ore gli inquirenti dovrebbero spiegare i dettagli di questa operazione denominata Armonica. Le indagini, comunque, dovrebbero continuare e non sono esclusi ulteriori mandati di custodia cautelare da parte della Procura di Lecce. Attesa anche per gli interrogatori di garanzia che potrebbero chiarire meglio la dinamica di questa inchiesta.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it

ultimo aggiornamento: 17-09-2019

X