Sfruttamento della prostituzione, sei arresti in Abruzzo

Sei arresti in Abruzzo per sfruttamento della prostituzione. Le indagini sono state condotte dalla Squadra Mobile di Teramo.

TERAMO – Arresti per lo sfruttamento della prostituzione in Abruzzo. La Squadra Mobile di Teramo ha arrestato sei persone, tra cui cinque operazione, nell’operazione coordinata dalla Procura. Le indagini, partite dopo il monitoraggio costante della strada ‘Bonifica del Tronto’, hanno portato alla scoperta del reclutamento di giovanissime nigeriane che venivano portate in Europa clandestinamente attraverso i viaggi lungo il Mediterraneo.

Secondo quanto scoperto dagli inquirenti, le giovani venivano contattate con una promessa di lavoro in Europa. Ma al loro arrivo le ragazze nigeriani scoprivano che era tutto falso e iniziava così lo sfruttamento della prostituzione.

Le indagini

Le indagini sono state coordinate dalla Procura di Teramo. Dopo un primo lavoro di monitoraggio, la Squadra Mobile è riuscita a risalire all’identità delle persone che gestivano questo business. Si tratta di cinque nigeriani e una persona della quale non è stata rivelata la sua identità.

Gli accertamenti, comunque, non si fermeranno qui. Gli inquirenti vogliono capire se altre persone sono state coinvolte in questa associazione ma anche risalire ad altri individui che gestiscono il business della prostituzione nella zona del Teramano.

Polizia italiana
Polizia italiana

I viaggi in mare e lo sfruttamento della prostituzione

Secondo quanto raccontato da molti esperti, molte giovani ragazze nigeriane sono state contattate dai cosiddetti scafisti con la promessa di un lavoro in Europa. Ma dopo il lungo viaggio si arriva alla terribile scoperta. Non c’è nessun impiego ma solamente un giro di prostituzione che le vede coinvolte a loro insaputa.

E i fermi nel Teramano confermano come questo business è molto attivo in Italia. Le operazioni continuano in tutto il Paese ed hanno come principale obiettivo quello di smantellare le associazioni a delinquere e permettere alle ragazze di tornare a vivere in maniera normale.

ultimo aggiornamento: 20-07-2019

X