Il latitante Filippo Morgante è stato arrestato a Roma. L’uomo dovrà scontare una condanna di 18 anni per associazione di tipo mafioso.

ROMA – La latitanza di Filippo Morgante è terminata a Roma. Nei mesi scorsi l’uomo è stato condannato a 18 anni per associazione di tipo mafioso, minaccia, detenzioni di armi clandestine e associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

L’uomo – presunto esponente della cosca Gallico – subito dopo il processo si è dato alla fuga e si è rifugiato nella zona del Forte Tiburtino a Roma. I carabinieri erano sulle sue tracce da circa un anno ed alla fine lo hanno individuato in un bar nella Capitale. Nel momento dell’arresto Morgante non ha opposto resistenza e non era armato.

Carabinieri
Carabinieri (fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/)

Roma, arrestato il latitante Filippo Morgante. I carabinieri: “Ritenuto un elemento di elevata candidatura”

I carabinieri hanno comunicato l’arresto attraverso una nota, riportata dal sito di Repubblica: “Filippo Morgante è ritenuto elemento di elevata caratura, a disposizione della cosca Gallico, che gode di ampi autonomia decisionale in merito sia alla pianificazione degli omicidi sia alle azioni delittuose da compiere. L’indagine aveva consentito di accertare come il latitante era al servizio dell’associazione mafiosa“.

Morgante – conclude la nota – avrebbe fatto parte del braccio armato della cosca Gallico e avrebbe partecipato attivamente alla faida che era in corso con il clan Bruzzise, mettendosi più in generale a completa disposizione degli interessi della cosca e cooperando con gli altri associati nella realizzazione del programma criminoso del gruppo. Dal momento che tutti i principali esponenti sono arrestati, Morgante era il reggente della cosca“.

Matteo Salvini si è complimentato con i militari: “I boss devono marcire in galera. Grazie ai carabinieri, che l’hanno braccato, e a tutti gli uomini e donne in divisa d’Italia: siamo orgogliosi di voi“.

Di seguito il video con l’arresto di Filippo Morgante

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/


Brescia, uomo si dà fuoco vicino alla stazione ferroviaria

Foggia, ragazzo di 18 anni pestato dal buttafuori di una discoteca