Verso Arsenal-Milan, l’ottimismo di Fabio Borini: “Possiamo farcela”

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Fabio Borini è fiducioso in vista del ritorno degli ottavi di finale di Europa League. Ecco le dichiarazioni del 26enne esterno rossonero.

Per il Milan, Fabio Borini è una sorta di jolly, o meglio, un tuttofare buono per ogni evenienza o posizione in campo. Arrivato la scorsa estate (tra lo scetticismo generale) in prestito con obbligo di riscatto fissato a 6 milioni, l’ex Roma ha già messo a referto trentacinque presenze complessive (tra campionato, Europa League e Coppa Italia) e quattro gol, di cui uno in Serie A.

Borini-Milan, in estate il riscatto dal Sunderland

Esterno offensivo, centrocampista, terzino, Fabio Borini ha giocato praticamente ovunque, mettendo la sua professionalità al servizio del Milan. Voluto fortemente dal direttore sportivo rossonero, Massimiliano Mirabelli, il 26enne nativo di Bentivoglio (Bologna) ha sempre dato il suo onesto contributo alla causa milanista, giocando con impegno e grande determinazione.

“Sento la fiducia – ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport – ho l’appoggio del mister e della squadra. Da terzino devo imparare ancora qualcosa a livello difensivo, visto che non è il mio ruolo, però va bene. Come rendimento collettivo stiamo facendo bene e manca poco per portare a termine la rincorsa”.

Fabio Borini

Europa League, Arsenal-Milan: in palio i quarti di finale

Con ogni probabilità, Fabio Borini non partirà dall’inizio del ritorno degli ottavi di finale di Europa League contro l’Arsenal. Il Milan, nonostante il pesante passivo dell’andata, crede ancora nella qualificazione: “Di impossibile non c’è nulla – ha affermato il classe 91 – stiamo dimostrando che la rincorsa Champions è possibile e quindi anche uno 0-2 in casa si può ribaltare. Loro sono strani, aperti, capaci di vincere fuori 4-0 e di prenderne altrettanti in casa. Abbiamo un vantaggio: all’andata abbiamo sbagliato e sappiamo cosa non fare”.

Dall’Europa League al campionato, o meglio, all’obiettivo Champions. I rossoneri, a suon di vittorie, sono ritornati prepotentemente in corsa: “Magari crederci non era la prima parola, ma fin dal primo giorno il nostro obiettivo era il quarto posto. Non importa come ci arriveremo”.

Gattuso-Milan, il futuro del tecnico è in rossonero

La Champions, dunque, è ancora possibile. Merito di Rino Gattuso e della sua capacità di ricompattare il gruppo e ripartire con una precisa identità di gioco: “Il mister è uno che dà tutto – ha evidenziato Fabio Borini – lo faceva da giocatore e ora da allenatore. Non si tiene niente e noi lo percepiamo”.

Ecco il video del match di Europa League contro l’Arsenal giocato a San Siro:

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 13-03-2018

Salvo Trovato