Guerra del Latte, è protesta anche dopo il voto. Assaltata e incendiata autocisterna

Guerra del Latte, assalto armato a un’autocisterna in provincia di Sassari. Il mezzo dato alle fiamme da due uomini. Salvini: Questi delinquenti non hanno nulla a che fare con i pastori.

Prosegue la Guerra del Latte in Sardegna, dove continuano a registrarsi incedenti anche dopo le elezioni regionale – svoltesi senza troppi problemi – che hanno incoronato il Centrodestra. In provincia di Sassari un gruppo di manifestanti ha bloccato un’autocisterna cui ha dato fuoco dopo aver costretto il conducente a darsi alla fuga.

Guerra del latte, assalto a un’autocisterna in provincia di Sassari

L’agguato è avvenuto a Nule, in provincia di Sassari, dove due uomini armati hanno intercettato e bloccato un’autocisterna costringendo il conducente a scendere dal mezzo. i due hanno poi dato fuoco al mezzo distruggendolo quasi del tutto.

Immediato l’intervento sul posto da parte dei vigili del fuoco e dalla polizia che stanno indagando su questo episodio e su altri simili avvenuti nelle scorse settimane.

Manifestazione Sardegna
fonte foto https://twitter.com/ugocappellacci

Matteo Salvini: Questi delinquenti non hanno nulla a che fare con i pastori. Sono dei criminali e come tali saranno trattati

Questi delinquenti non hanno niente a che fare coi pastori, con la loro fatica, la loro protesta e le loro ragioni. Questi sono solo dei criminali. E come tali saranno trattati“, ha dichiarato Matteo Salvini condannando gli episodi di violenza.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

A Sassari si apre il tavolo tecnico sul prezzo del latte

Nella giornata odierna (26 febbraio) proprio a Sassari inizia un tavolo tecnico per discutere del prezzo del latte nella speranza di riuscire ad accontentare la richiesta dei pastori sardi che hanno di fatto bloccato la filiera.

ultimo aggiornamento: 26-02-2019

X