L’assegno famigliare va a sostegno del reddito per chi è lavoratore dipendente e abbia un reddito che non superi certi limiti.

Nucleo famigliare e Assegno

Chi sono le persone che hanno diritto a questo assegno? Lo potrete leggere a seguire grazie all’elenco fatto.

L’assegno famigliare spetta alle seguenti persone:

  • A tutti i dipendenti pubblici e privati in attività
  • Alle lavoratrici e ai lavoratori che si trovino in aspettativa e ricoprano cariche pubbliche elettive o sindacali
  • A coloro che sono titolari di prestazioni a sostegno del reddito
  • Ai pensionati liquidati dal fondo pensioni dipendenti dell’INPS o sostitutivi a questo da cui però è esclusa l’AGO acronimo che indica l’Assicurazione Generale Obbligatoria

La legge n. 449/1997 ha ulteriormente ampliato la “tribuna” delle persone e degli attori sociali che possono far richiesta dell’assegno famigliare, aggiungendo un ulteriore categoria che è quella del lavoro parasubordinato riguardante esclusivamente quelle lavoratrici e quei lavoratori iscritti alla Gestione Separata dell’INPS che versano la quota assicurativa, a patto che questi non siano pensionati o iscritti ad un altra previdenza di tipo obbligatorio.

Le Persone Escluse

Queste sono:

  • piccoli coltivatori diretti
  • coltivatori diretti
  • pensionati facenti parte del tipo di gestione speciale concessa ai lavoratori autonomi

I redditi

Quando si parla di diritto all’assegno famigliare si deve necessariamente anche affrontare il tema delle soglie di reddito previste dalla Legge vigente.

Entrando nello specifico, il reddito complessivo deve provenire al 70% da lavoro dipendente ed essere soggetto all’IRPEF. Altro standard è quello relativo agli assegni elargiti periodicamente e corrisposti al coniuge dopo la separazione o il divorzio.

Altro parametro è quello relativo al lavoro dipendente, e nello specifico si parla di:

  • indennità di disoccupazione
  • mobilità
  • malattia
  • maternità
  • integrazioni salariali

Questi devono sempre essere inferiori a specifiche soglie che vengono ogni anno riviste sulla base dell’indice dei prezzi al consumo.

certificato_unicasim


Cosa vuol dire emettere obbligazioni?

Dove trovare il Rating delle obbligazioni?