Cosa si intende per assegno protestato? Quali le conseguenze per le persone coinvolte (creditore e debitore)? Come si cancella un protesto.

Cos’è un assegno protestato

Un assegno protestato è un tipo di assegno che ha subito un procedimento attestante il mancato pagamento della somma riportata nello stesso.

Il creditore

La tutela è per il creditore quando si parla di assegno protestato. Questo ciò che occorre dire e ribadire. Le cause per le quali il creditore non possa ricevere la somma a lui o lei destinata possono essere molteplici e tra queste ad esempio vi può essere quella relativa ad un assegno scoperto, sarà quest’ultima che verrà presa in esame a seguire.
L’istituto del protesto ha un tipo di validità probatoria visto che si tratta di un atto pubblico che può essere impugnato in giudizio. Ovviamente quello che andrà ad attestare è il mancato pagamento.

Quali sono le conseguenze di un Assegno Protestato

A seguire un elenco delle conseguenze per chi emette un assegno che poi verrà protestato:

1. Eventuale iscrizione alla CAI, acronimo che sta per: Centrale di Allarme Interbancaria
2. Se si tratta di mancata copertura dell’assegno emesso, alla persona che lo ha emesso arriverà o un telegramma o una raccomandata recante un preavviso di revoca a 60 giorni per effettuare il pagamento, poi ci sarà l’avvio della procedura del protesto.
3. Se entro i 60 giorni attraverso un pagamento tardivo il soggetto salda la somma dovuta andranno versati anche gli interessi legali, le spese di protesto e una penale di circa il 10% dell’importo dell’assegno.
4. Altro e ultimo passaggio è quello relativo al mancato pagamento anche dopo i 60 giorni. In questo caso il soggetto viene iscritto all’elenco Protestati (il CAI appunto) anche se dopo i termini pagasse resterebbe comunque iscritto a tale elenco.

La cancellazione del Protesto

Per effettuare tale cancellazione occorre presentare un’istanza di riabilitazione presso il Tribunale, questa necessita di un anno dalla levata del protesto. Occorre l’assistenza legale per effettuare tale prassi.

certificato_unicasim


Comunicazione Finanziamento ai Soci o ai Famigliari – Legge e Regolamentazione

Cosa sono i rimborsi fiscali?