Milan, posticipata la scadenza dei bond. Fassone: “Nessun problema di liquidità”

È in corso l’assemblea dei soci a Casa Milan. Intanto è stato rinviato a giugno 2019 la scadenza del bond, primo punto all’ordine del giorno.

MILANO – Si sta svolgendo in questi minuti l’assemblea dei soci a Casa Milan. In aula sono presenti ben 17 azionisti più Marco Fassone e Roberto Cappelli. Assenti, invece, gli altri consiglieri d’amministrazione.

Al primo punto dell’ordine del giorno c’era lo spostamento del bond non superiore a 15 milioni di euro. La richiesta è stata accettata e quindi questa cifra verrà pagata entro il 30 giugno del 2019.

Assemblea a Casa Milan, le rassicurazioni di Fassone: “Nessun problema di liquidità”

Al termine del primo punto del giorno a Marco Fassone è stato chiesto il motivo di questo spostamento. L’amministratore delegato ha voluto rassicurare tutti: “Posticipiamo un pezzetto – riporta MilanNews.it – del bond di 54 milioni emesso a Vienna nel 2017 ma non c’entra nulla la liquidità. Semplicemente lo facciamo perché spostando 15 milioni al 30 giugno 2019 siamo aderenti ai parametri di liquidità della Federazione“.

Marco Fassone Milan
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/ACMilan/

L’assemblea continuerà con gli altri due punti all’ordine del giorno ma sicuramente il problema principale era riuscire a spostare questo bond alla prossima estate, anche per avere maggiore liquidità nella sessione estiva di calciomercato.

Il video con gli auguri del Milan a Leonardo Bonucci

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 02-05-2018

Francesco Spagnolo

X