Le assicurazioni per viaggi aziendali sono come le polizze per le vacanze? Come funzionano?

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Assicurazione viaggi per aziende: come si stipula

Le polizze viaggi per aziende sono delle coperture assicurative scelte dall’imprenditore per i suoi dipendenti. Il datore di lavoro deve fare questa spesa se il viaggio del dipendente serve all’azienda.

In più, per comodità, l’azienda non va ad assicurare solo un dipendente, ma tutti i dipendenti che devono partire per l’estero per chiudere importanti contratti per conto della società dove lavorano.

In questo modo, richiede una polizza di gruppo e ottiene così un primo risparmio sulla somma della singola polizza per ogni singolo dipendente.

assicurazione viaggio aziendale
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/
beach-uomo-di-lavoro-vacanza-2856933/

La società, dopo essere passata dal sito della compagnia di assicurazioni di fiducia, fa quello che qualsiasi viaggiatore farebbe. Quindi, fa i pro e i contro delle varie voci in preventivo e, se convinta, passerà a completare la procedura firmando il contratto assicurativo.

Infine, l’azienda andrà a fornire ai dipendenti in partenza i documenti ottenuti dalla compagnia assicurativa per partire. In alternativa, l’azienda può chiedere al dipendente di assicurarsi con una compagnia di sua fiducia, avendo cura di pagare poi un rimborso spese.

Chi lavora in proprio, invece, chiede una polizza che è identica a chi viaggia per vacanza come procedura. Le coperture, però, potrebbero essere diverse. Ecco cosa copre questo tipo di assicurazione.

Assicurazione per viaggio di lavoro: cosa copre

Le coperture sono quelle previste per chi viaggia per lavoro. Quindi, di partenza, ci sono tutele come:

  • Copertura per le spese mediche;
  • Rimborso per spese dovute all’annullamento del viaggio. L’azienda può anche decidere di pagare in più una copertura se avesse bisogno di richiamare il dipendente il giorno della partenza, oppure se non si può partire per via dei conflitti internazionali. Queste, però, sono delle spese a parte, che si possono inserire nel pacchetto assicurativo;
  • Copertura se si perdono bagagli e, quindi, documenti importanti per l’azienda.

Gran parte di queste condizioni si possono ottenere previo accordo con la compagnia di assicurazioni, anche con una polizza base.

Assicurazioni per viaggi: come scegliere

Se ci si trova nella condizione di cercare una polizza viaggi per lavoro, allora è bene fare attenzione ad alcune condizioni. Sul lavoro, arrivare tardi spesso equivale a non arrivare e perdere l’affare.

Quindi, si potrà scegliere di tutelare con coperture aggiuntive per un eventuale annullamento del volo (polizza all risks). Se si parla di soggiorni lunghi (per esempio, un mese), si potrà anche pensare di utilizzare una polizza con massimale illimitato.

In caso di problemi di salute, non ci saranno problemi. Per scegliere bene, vanno valutate bene le condizioni del paese di destinazione. Così, si potrà stabilire subito quanto spendere come assicurazione e se bastano le coperture di base per lavorare serenamente anche all’estero.

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/portatile-mac-computer-browser-2557615/

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 16-01-2018


Quando conviene fare un’assicurazione sanitaria viaggio annuale

Assicurazione viaggio USA, consigli per evitare problemi